Presentazione attività BioBanca di Civitanova Marche

179

Avvio dell’attività di autotrapianto di cellule staminali, con sette sacche già raccolte, e potenziamento dell’attività della struttura. Sono alcuni dei risultati conseguiti dalla BioBanca di Civitanova Marche sotto l’impulso dell’attuale assessorato regionale alla Sanità.

Il servizio nato un decennio fa, negli ultimi anni, è decollato: nel 2022 ha preso avvio il processo di formazione del personale che ha portato nell’ottobre del 2023 all’accreditamento, uno step fondamentale per garantire l’avvio della raccolta delle cellule staminali, fondamentali per l’autotrapianto dei pazienti oncologici in ematologia.

Un importantissimo servizio, quello della BioBanca, che sarà ulteriormente rafforzato nel prossimo futuro con due nuovi progetti: la raccolta e conservazione degli ovuli femminili di donne affette da patologie oncologiche, le quali devono sottoporsi a chemioterapia, per salvaguardare la fertilità; la raccolta e conservazione degli spermatozoi maschili in uomini affetti da tumore.

L’assessorato regionale alla Sanità rimarca l’impegno della Regione per la crescita e lo sviluppo dell’importante servizio per la salute dei cittadini marchigiani, nell’ottica di un’attenzione costante rivolta alle patologie oncologiche. Il direttore dell’Ematologia e del Centro di Autotrapianto di Cellule Staminali, ricorda che il progetto BioBanca era nato a seguito della richiesta da parte del dottor Riccardo Centurioni alla Fondazione CARIMA, di un contributo per la realizzazione di una struttura deputata alla raccolta e criopreservazione di cellule staminali emopoietiche per l’effettuazione di autotrapianti di cellule staminali in pazienti ematologici afferenti all’Ematologia di Civitanova: il reparto spiega già effettuava trapianti dal 1998, ma doveva rivolgersi per la raccolta e criopreservazione delle cellule staminali alla Clinica di Ematologia e al Centro Immunotrasfusionale di Ancona.

Il direttore generale dell’AST di Macerata evidenzia la prolifica attività quella della Biobanca: fino ad oggi nell’ospedale di Civitanova sono stati realizzati 222 trapianti di cellule staminali emopoietiche da sangue periferico, con una media di circa 18 l’anno, presso la BioBanca di Civitanova Marche.

L’attività della Biobanca ha visto un lungo e proficuo impegno multidisciplinare di numerosi operatori sanitari, a partire dal Servizio Trasfusionale fino al Reparto di Ematologia, sottolinea la direttrice sanitaria, impegno iniziato con la formazione del personale e terminato con la procedura di autotrapianto. L’attività ha permesso di evitare ai pazienti di recarsi nella struttura ospedaliera di Torrette, diminuendo in questo modo costi e disagi agli utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here