Slovenia, paese affidabile

583

Unico Paese della ex Jugoslavia già all’interno dell’UE, la Slovenia sta vivendo tutti gli effetti della crisi economica internazionale e già a gennaio le sue esportazioni avevano avuto un brusco calo del 26% rispetto al gennaio 2008. In aumento il numero dei disoccupati che hanno raggiunto il 7,8% (7.700 in più nei soli mesi di dicembre 2008 e gennaio 2009), ma il dato è destinato a ulteriori aumenti se è vero che nel febbraio scorso altre tremila persone hanno perso il lavoro. Rilevante è stato anche il calo dell’export di merci (-10,2%), meno marcato il calo delle importazioni (-11,5%). In una situazione difficile, comunque generalizzata, la Slovenia, secondo tutte le principali agenzie di rating, è annoverata tra i Paesi più affidabili dell’Europa centrale.
Ha un notevole grado di apertura al commercio internazionale e agli investimenti esteri, con una prevalenza di esportazioni in particolari nei comparti dei materiali non ferrosi, oli e carburanti, dispositivi e macchinari elettrici, metalmeccanica e componentistica, elettronica e componentistica, tessile e abbigliamento, lavorazione del legno e mobili, prodotti in gomma e plastica, autoveicoli e parti di essi.
Importa, invece, macchinari, metalli e prodotti di metallo, metalli non ferrosi, autoveicoli e parti di essi, prodotti chimici e farmaceutici, abbigliamento e tessili, prodotti informatici e apparecchiature elettriche, agroalimentare. Nel 2008 le importazioni slovene hanno oltrepassato i 23 mila milioni di euro a fronte di poco meno di ventimila milioni di esportazioni. Germania, Italia, Austria, Croazia e Francia sono i Paesi partner con maggiore interscambio. Nello specifico l’Italia (export verso la Slovenia per oltre 4 mila milioni di euro e import per 2.386 milioni) è il Paese che cresce di più nell’interscambio con la Slovenia (nel 2008 +5,6% rispetto al dato 2007).

Slovenia, reliable country
It’s the only Country of the ex -Yugoslavia already in the UE, the Slovenia is living all the effects of International economic crisis and from January its exports have already had an decrease of 26% compared with January 2008. Increase the number of the unemployed people who have caught up 7.8% (7,700 in more in the single months of December 2008 and January the 2009), but data is destined to increases, in the last February 3000 persons have lost the job. Important has been also the decrease of the export of goods (- 10.2%), except the imports (- 11.5%). In a difficult situation, Slovenia, according all the main agencies of rating, is the most reliable Countries of central Europe. It has a remarkable degree of opening to the international commerce and to the foreign investments. In the 2008 Slovenian imports have exceeded 23 thousands million euro compared to less than 20.000 million of exports. Germany, Italy, Austria, Croatia and France are the Countries partner with greater reciprocal support. Italy (export towards the Slovenia for beyond 4 thousands million euro and import for 2,386 million) is the Country with the largest Slovenia support.

Milko Dolinsek
Senior Official Slovenia

La Slovenia è uno dei Paesi cofondatori dell’Iniziativa Adriatico Ionica sin dall’anno 2000. La Slovenia accoglie favorevolmente il supporto dell’UE e la partecipazione dei rappresentanti dell’EC alle relative riunioni più importanti. La cooperazione all’interno dell’Iniziativa è di grande importanza per noi, in particolare dal punto di vista della conferma del ruolo come paese marittimo, marino, adriatico e mediterraneo. Quanto alle attività dell’IAI, la Slovenia è dell’opinione che la cooperazione dovrebbe continuare ad essere al centro dell’attenzione nei temi che riguardano i due mari e la zona litoranea. Il contributo sloveno all’Iniziativa intende essere quello di un Paese mediterraneo sviluppato e soggetto responsabile e attivo in una comunità in cui intensi processi di integrazione sono in corso. Prendendo in considerazione le caratteristiche dell’ambiente marino e delle coste dei mari Adriatico e Ionio, la Slovenia intende continuare a prendere parte attivamente nel lavoro delle Tavole rotonde dell’IAI, cioè Turismo, Coltura e Cooperazione universitaria, Ambiente e Protezione civile, Piccole e medie imprese, Trasporti e Cooperazione marittima.

Milko Dolinsek
Senior Official Slovenia

Slovenia is one of the co-founder Countries of the Adriatic Ionic Initiative since the year 2000. The Slovenia receives the support of the UE and the participation of the representatives of the EC to the more important meetings.
The cooperation is very important for us, especially for the confirmation of the role like marine, Adriatic and Mediterranean country. About the activities of the AII, Slovenia thinks that the cooperation would have to continue to being the main theme that regard the two seas and the coastal zone.
The Slovenian contribution to the Initiative want to be one of a Mediterranean Country developed and subject responsible in a community in which intense integration is in act yet.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here