L’altra faccia della nuova centrale di cogenerazione di Imola: i benefici per la città

1218

La costruzione dell’impianto, come spesso capita, è stata oggetto di acceso dibattito nella città, sfociato in una iniziativa di partecipazione e di monitoraggio del processo di costruzione e del suo funzionamento: il RAB, Residential Advisory Board, proposto e voluto fortemente da Hera. Si tratta di un consiglio consultivo permanente della comunità locale che ha l’obiettivo di facilitare l’informazione e la comunicazione tra i cittadini, l’amministrazione comunale e il Gruppo Hera in merito agli impatti sull’ambiente, sulla salute, sulla qualità della vita, derivanti dalla costruzione, dalla attività e dalla gestione del nuovo impianto. E’ composto da 12 persone : 6 elette dai cittadini, 2 nominate dai quartieri adiacenti all’impianto, 1 nominata dal Comitato cittadini per la salute, 3 nominate da Hera. I membri del RAB hanno libero accesso ai documenti principali (certificati di analisi, rapporti di verifica, ecc.) e all’impianto per verificarne il regolare funzionamento e dispongono di un sito web dove sono pubblicati i materiali prodotti dal Consiglio e tutta la documentazione relativa al progetto della nuova centrale. Trasparenza e coinvolgimento sono dunque i valori che hanno ispirato la costituzione del RAB, in un’ottica di relazione non formale col territorio.
Ma non è tutto: l’impatto ambientale e territoriale ha trovato un’efficace compensazione per la popolazione in alcune iniziative di valorizzazione del territorio e di agevolazione economica in un’ottica di responsabilità ambientale e sociale.
Hera si è impegnata a eseguire diverse opere per la città, alcune delle quali contenute in una specifica convenzione siglata con il Comune di Imola, che esercitano un importante impatto positivo dal punto di vista ambientale e sociale.
I benefici ambientali
Per quanto riguarda l’ambiente, è in corso di realizzazione un progetto pilota di mobilità sostenibile per la città, con l’obiettivo primario di ridurre le emissioni inquinanti derivanti dal traffico veicolare cittadino e che in parte consiste nella fornitura al Comune da parte di Hera di oltre una ventina di veicoli elettrici, con relative colonnine per la ricarica gratuita dei mezzi, che sostituiranno quelli a benzina utilizzati dai servizi comunali. Durante tutta la fase di cantiere, inoltre, è partito un monitoraggio ambientale realizzato con due nuove centraline (in funzione dal maggio 2007 e i cui costi sono a carico di Hera) di rilevazione della qualità dell’aria integrative della rete esistente. Le centraline sono gestite direttamente da ARPA, sulla base di un accordo con il Comune di Imola. E’ stato predisposto altresì un monitoraggio acustico ante e post operam.
Per quanto riguarda la qualificazione della città con l’incremento di aree verdi, Hera sta realizzando un’area verde con specie vegetali autoctone, sul terreno circostante alla centrale, al fine di mitigare l’impatto paesaggistico – ambientale sull’area residenziale limitrofa. Il Comune, inoltre, ha individuato una superficie di circa 10.000 mq in cui sorgerà un’area verde attrezzata sempre a cura di Hera.
I benefici economici
L’allaccio alla rete di teleriscaldamento è incentivato con uno sconto dal 50 all’80% sui costi di allacciamento. Grazie a un coinvolgimento anche di Hera Comm, la società del Gruppo Hera che vende gas ed energia elettrica, si è raggiunta un’intesa in base alla quale le famiglie e le piccole attività imolesi potranno usufruire di offerte a mercato libero che prevedono uno sconto speciale sine die sulle materie prime (gas ed elettricità) più elevato di quello che Hera pratica negli altri territori. Le offerte promosse nel territorio del Comune di Imola, infine, incentivano anche lo spostamento dei consumi verso fasce orarie caratterizzate da una bassa richiesta di energia (ad es. nelle ore notturne o nei fine settimana), contribuendo così ad evitare l’utilizzo di centrali elettriche di sostegno spesso alimentate ad olio combustibile (gasolio) e perciò fortemente inquinanti. Le offerte sono state oggetto fino al 31 ottobre scorso di una promozione che prevedeva per i sottoscrittori un caricabatteria e un set di pile ricaricabili in omaggio, destinando l’equivalente in denaro dei premi non ritirati al fondo pubblico destinato a sostenere il pagamento delle bollette delle famiglie in difficoltà.
Dalla diffidenza all’orgoglio
Il 3 ottobre, per l’intera giornata, si è svolta la festa di apertura alla città della centrale, con visite guidate, ricca di eventi e a cui hanno preso parte circa 4.000 cittadini.
www.gruppohera.it

The other side of the new
co-generation station of of Imola: the benefits for the city
We return on station of Imola, of which we have talked in previews review, to tell the other part of the history. Inaugurated on 28th September, the new station of co-generation of Imola produces at the same time electric power and warm overworking the raw materials used: gas methane. Draft of an important system for the territory, with an electrical power installed worker of generation of 80 MWe and 65 a thermal power of MWt, that can be increased till 80 and that is used for the net of district heating of the city. It’s composed from 12 persons: 6 elect from the citizens, 2 named from the district adjacent to the system, 1 named from the Committee city for the health, 3 name from Hera.
The environment benefits
About the environment, it’s in the works a pilot project of sustainable mobility for the city, with the primary aim to reduce the pollution emissions from the city traffic and that partially consists in the supply at the Municipality from Hera of beyond 20 electrical vehicles, with relative station for free recharge of the vehicols, that will replace those to petrol used from the communal services.
The economic benefits
The connection to the district heating net is incentived with a discount from 50 to 80% on the connection costs. Thanks to an involvement also of Hera Comm, the society of the Hera Group that sells gas and electric power, an agreement has been caught reach on which families and the small Imola activities will be able to use offers to free market that consider a special discount on the raw materials (gas and electricity) more elevated than the discount made from Hera in the other
territories.
From the mistrust to the pride
On 3th October, for the whole day, there has been the party of opening to the central city with visits guided, with a lots of events and to which have participated about 5.000
citizens.