“Better city, better life”: it’s a kind of magic

612

Al “Better City, Better Life” che costituisce il leit motiv dell’Expo 2010 di Shanghai che sarà inaugurato il primo maggio prossimo, l’Italia risponde con le sue stanze dell’eccellenza, raccogliendo la sfida che sembra sia stata creata ad hoc per le peculiarità tecniche, storiche e artistiche del nostro Paese. “ “Città del futuro” è l’interpretazione che ne è scaturita, con l’uomo che torna a essere il protagonista, visto che il concetto di vivibilità diventa predominante. L’idea del progetto del padiglione italiano, firmato dall’arch. Giampaolo Imbrigli, è nata dal bisogno concreto di coniugare la capacità italiana del saper vivere e gestire al meglio gli spazi tradizionali di aggregazione sociale, le piazze, i vicoli, i piccoli borghi, con l’innovazione scientifica, sempre più interessata all’utilizzo di materiali ecocompatibili, rispettosi dell’ambiente, proiettati verso il futuro. Ecco perché una vera e propria città in miniatura che parla degli italiani, della loro creatività e della cultura millenaria che li caratterizza. E per raccontare l’Italia e gli italiani cosa poteva esserci di meglio di un teatro? L’accesso è il fronte scenico del teatro Olimpico di Vicenza, in scala di poco inferiore a quella reale: un’opera di un grande architetto italiano, come Andrea Palladio, che rappresenta a sua volta una città (Tebe – ndr). Il padiglione italiano è una struttura a pianta quadrata di seimila mq in tre piani. Alto 18 metri ha una divisione in più corpi di dimensioni diverse e irregolari, collegati da strutture – ponte di acciaio che lasciano intravedere i ballatoi di collegamento. Al piano terra è allestita la mostra permanente, al primo piano, invece, verranno ospitate le mostre temporanee, gli eventi e le presentazioni delle Regioni e delle città italiane, oltre ai vari settori industriali.
In questa area 190 mq sono dedicati alle Marche dal primo al 15 giugno prossimi e se l’orientamento generale è verso la tecnologia e l’innovazione, lo stand marchigiano è… tutto una magia. Come d’altronde è stato il modello marchigiano di sviluppo! Il concept elaborato per l’Expo di Shanghai è in “chiave Winx”, le fatine marchigiane, nate dalle matite colorate di Iginio Straffi e famose in tutto il mondo: una piattaforma originale e all’avanguardia per presentare tutto il meglio della realtà regionale che è stata particolarmente apprezzata dal commissariato per l’Expo con cui è stato siglato il protocollo di intesa necessario alla partecipazione.
L’ambientazione è quindi magica, uno stile che, ricreando un’atmosfera molto suggestiva e spettacolare, permette di scoprire, in un percorso interattivo, una terra fatata come le Marche, perfetto connubio tra produttività, creatività, stile di vita a misura d’uomo: perfettamente in linea con il concept proposto dall’Expo, ovvero “Better City, Better Life”… E questa “Land of Magic”, così come viene presentata la regione Marche, si avvarrà di un allestimento fortemente tecnologico che favorirà questa atmosfera magica attraverso schermi che riproducono video 4D, riflettori di varie tipologie e dimensioni, proiettori di ologrammi, dispositivi all’avanguardia per la diffusione di essenze profumate, sensori che garantiscono l’interattività, auricolari e schermi touch screen. Le Marche sono già presenti a Shanghai dal 2 aprile, quando il presidente Gian Mario Spacca ha inaugurato la mostra “Matteo Ricci. Incontro di civiltà nella Cina dei Ming”, allestita allo Shanghai Museum, dove rimarrà fino al 23 maggio prossimo per spostarsi a Nanchino fino a luglio e quindi a Macao.
In contemporanea con la presentazione del territorio delle Marche all’Expo di Shanghai e oltre la mostra su Padre Matteo Ricci, in occasione delle celebrazioni per il quarto centenario dalla morte del gesuita maceratese, sono previsti altri eventi collaterali sul territorio cinese, finalizzati a promuovere l’immagine delle Marche e a focalizzare alcuni aspetti produttivi (filiere, distretti) di eccellenza della regione. Infatti, parallelamente all’Expo, la Regione Marche sarà impegnata in una Missione Cina organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Ancona.
“La congiuntura economica che stiamo attraversando – ha affermato Rodolfo Giampieri, presidente della Camera di Commercio di Ancona sulla missione delle Marche in Cina – mette enti e associazioni di categoria nella condizione di dover supportare in maniera importante i processi di internazionalizzazione delle PMI che possono individuare nei mercati esteri concrete opportunità di crescita. Da anni il mercato cinese ricopre un ruolo strategico per le aziende che operano sui mercati internazionali. Questo vale anche per le piccole e medie imprese marchigiane, tradizionalmente orientate all’export. Tale mercato infatti, anche se lontano, rappresenta una buona prospettiva per le PMI regionali che è opportuno si uniscano per costruire reti e network per presentarsi agli operatori stranieri come un unico soggetto fornitore di una pluralità di servizi basati su qualità e innovazione. Per supportare il sistema economico locale Sistema Camerale, Regione Marche e Unioncamere Marche, stanno lavorando congiuntamente per rafforzare in maniera significativa, la propria presenza economica e istituzionale nel Paese, così da creare quel contesto favorevole in cui le PMI andranno ad operare”.
“Ancona Promuove ora denominata Marchet, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Ancona per l’internazionalità delle PMI – ha dichiarato, inoltre, il presidente Giorgio Cataldi – ha iniziato a presidiare il mercato cinese già nel 2007.  Nel 2008 ha costituito i primi desk operativi in Cina, Xiamen e Kunming, a cui è seguito, l’anno scorso, il desk regionale di Nanchino. Parallelamente alla mostra itinerante su Padre Matteo Ricci, organizzata dalla Regione Marche e alla presentazione della Regione Marche all’interno del padiglione Italia dell’Expo di Shanghai di giugno (“Land of Magic”) avrà luogo una missione imprenditoriale che porterà numerosi imprenditori marchigiani  a diretto contatto con qualificati operatori cinesi. Marchet sta coinvolgendo gli imprenditori regionali interessati all’iniziativa, mentre il desk regionale in Cina sta selezionando la committenza cinese, al fine di far rispondere il più possibile domanda e offerta e ampliare le possibilità di business di ogni partecipante. La missione imprenditoriale si svolgerà tra Shanghai  e Nanchino, dove la presenza economica e istituzionale marchigiana sta svolgendo un ruolo importante per gli imprenditori marchigiani che lavorano sul mercato cinese. Naturalmente oltre al mercato cinese, Marchet e Regione Marche stanno sviluppando attività promozionali anche su altri mercati strategici per l’internazionalizzazione delle PMI locali. Da quest’anno siamo impegnati nel coordinamento delle attività degli uffici esteri e nell’apertura di nuove strutture dedicate alle PMI regionali: nei Balcani nella città di Belgrado, in America Latina a San Paolo, negli Emirati Arabi a Dubai e nel nord Africa a Tunisi. Tutti gestiti e coordinati per conto della Regione Marche”.

“Better City, Better Life”: it's to kind of magic
Al “Better City, Better Life” that is the leit motiv of Shanghai Expo 2010 that will be opened the next 1st May, Italy answers with its excellences, collecting the challenge that seems to be right created for the technical peculiarities, historical and artistic of our Country. “City of the future” is the meaning, with the man is the protagonist again, since the concept of liveability becomes predominant. In order to tell about Italy and the Italians what could be better than a theatre? The access is the stage set of Vicenza Olympic theatre, smaller in scale model than the real one: a work of a great Italian architect, Andrea Palladio, that represents a city (Tebe in its turn – ndr). The Italian pavilion is a square structure plant of 6000 sq. on three floors. 18 meters high has a division in more structures in various and irregular size, connected from structures – steel bridge that leave to catch a glimpse of connection balconies. At the low ground there is the permanent exhibition, on the first floor, instead, will come accommodated the temporary exhibitions, the events and the presentations of the regions and the Italian cities, besides the several industrial sectors. In this area 190 mq. are dedicated to the Marches, from the 1st to the next 15th June and if the general think is towards the technology and the innovation, the marches stand is… magic. As the however marches model of development has been! The concept thought for Shanghai Expo use the “Winx key”, the marches fairies, created by Iginio Straffi famous in all over the world: a style that, recreating an evocative and spectacular atmosphere, allows to discover, in an interactive distance, a fairy earth like the Marches, perfect link between productivity, creativity, style of life at people friendly. As the same time with the presentation of the territory of the Marches to the Shanghai Expo and beyond the exhibition about Father Matteo Ricci, in occasion of the celebrations for the 4th centenarian from the dead of the Macerata Jesuit, other events are previewed about the Chinese territory, finalized to promote the image of the Marches and to focus some productive aspects (chains, districts) of excellence of the region. In fact, in parallel with the Expo, the Marches Region will be engaged in a China Mission, organized with the Chamber of Commerce of Ancona, that it will carry numerous marches entrepreneurs to contact with Chinese qualified worker. Marchet, special Company of the Chamber of Commerce for the internationalization, is being involved the regional entrepreneurs interested to the initiative, while regional China desk is selecting the Chinese committent worker, with the aim to do answer the most possible demand and request and to widen the possibilities of business of every participant. The entrepreneurial mission will be carried out between Shanghai and Nanchino, where the economic presence and institutional marches is havin an important role for the marches entrepreneurs who work on the Chinese market.

www.expo2010italia.gov.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here