Agricoltura: DOC Friuli a rischi per no del consorzio Isonzo

570

Udine, 21 mag – Si è risolta con un niente di fatto la riunione per discutere della creazione della Doc \”Friuli\”. L\’incontro si è svolto ieri nella sede della Regione a Udine tra rappresentanti e presidenti dei consorzi, l\’assessore regionale all\’agricoltura Claudio Violino e il direttore dell\’Ersa, Mirko Bellini. Violino e Bellini hanno ribadito come la nascita della Doc Friuli rappresenti un'opportunità di sviluppo non solo promozionale ma anche commerciale per la vitivinicoltura regionale. Requisito necessario – è stato ribadito – deve essere la convinzione che inserire il termine "Friuli" all'interno delle varie denominazioni sia di utilità condivisa per tutti.
"Ci deve essere alla base la volontà di tutti i produttori – ha rimarcato l'assessore Violino – altrimenti questo progetto non va avanti. Ci siamo impegnati in questo senso perché abbiamo riscontrato nei produttori la volontà di sentirsi rappresentati sotto un'unica bandiera, quella del Friuli. Questa è la base di partenza indispensabile".
Durante la riunione è stato registrato l'accordo al progetto della quasi totalità dei presidenti: l'unico ad essere
apertamente contrario alla creazione della Doc è stato il Consorzio di tutela della Doc Friuli Isonzo.
"Non vediamo l'utilità – ha motivato il presidente Giorgio Badin – di questo progetto in un momento storico come questo. Ci sono diversi punti di vista e non mi sembra il caso di prendere una strada se non sappiamo dove porterà".
L'intervento di Badin ha suscitato diverse reazioni, prima tra tutti quella dell'assessore Violino, che ha ribadito come "sia inutile continuare se al progetto non c'è la totale adesione. Chiediamo, infatti, soltanto se voi produttori siete d'accordo o meno sull'utilità e la necessità, da un punto di vista commerciale e di sviluppo, della Doc Friuli".
La percorribilità del progetto sarà nuovamente discussa in un prossimo incontro all'ordine del giorno a breve.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here