Dolomiti, Adriatico e golf: Veneto e Friuli studiano collaborazioni strategiche per il turismo

684

Incontro tra gli assessori Finozzi e Seganti. Unire le risorse e le potenzialità del Veneto e del Friuli Venezia Giulia per realizzare grandi progetti turistici e valorizzare le eccellenze delle Regioni. Questo il fine dell’incontro tra l’assessore veneto al Turismo Marino Finozzi e la sua collega del Friuli Venezia Giulia, Federica Seganti, con delega alle Attività produttive e al Turismo. “In un momento caratterizzato da tagli al bilancio e riduzione generale delle risorse disponibilità – spiega Finozzi – una sinergia fra Regioni con forti affinità sia dal punto di vista socio-economico sia da quello geografico e morfologico ci permetterà di ampliare i successi e ridurre le spese”. Al centro dell’incontro i tre progetti di eccellenza turistica concordati dalle due amministrazioni regionali, che prossimamente andranno a Roma per il vaglio finale.
Il primo, presentato dalla regione Veneto con il coinvolgimento del Friuli Venezia Giulia, riguarda le Dolomiti della Fondazione Unesco che comprende geograficamente entrambe le regioni. Il progetto è complementare ai lavori già avviati dalla Fondazione.

Il secondo progetto è dedicato all’ “Adriatico”, altra grande risorsa naturale condivisa dalle due grandi regioni del Nordest che infatti sono i soggetti presentatori, con il Friuli Venezia Giulia capofila. Il progetto prevede la possibilità di coinvolgere anche altre regioni bagnate dal mare: Emilia Romagna, Abruzzo, Marche e Puglia, per creare un prodotto turistico Adriatico e favorire la crescita delle presenza, della visibilità e della promozione dell’area. “La nostra idea – dice l’assessore Seganti – è creare un Sistema Adriatico coordinato, che sia in grado di promuovere un prodotto, lo stesso mare e le sue coste, che gode già di una forte caratterizzazione e notorietà, ma che se presentato unitariamente può rafforzare questi lati e farne una ancora più forte meta turistica”.
Il terzo progetto, che vede la regione Friuli Venezia Giulia capofila e molte regioni coinvolte, riguarda un prodotto turistico emergente, il golf. “Gli studi di settore indicano che il turista legato al golf tende a sostare e spendere di più rispetto alla media – spiega l’assessore veneto – e il mercato legato a questa disciplina continua a crescere a livello internazionale. La Regione del Veneto, consapevole delle potenzialità di questo bacino di utenza, abbraccia con entusiasmo questo progetto di eccellenza che integra quello che già stiamo facendo per lo sviluppo e la valorizzazione di questo particolare settore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here