Quarto Leaf Meeting: focus sui tetti industrali

364

Il tetto industriale come centro di produzione e fonte di valore: questo il tema al centro del workshop che si è svolto oggi presso il Gruppo Loccioni ad Angeli di Rosora. A ridosso delle reazioni scatenate dal decreto sulle fonti rinnovabili, il Leaf Meeting di oggi è stato occasione per fare un punto sulla nuova situazione. Ha aperto l'evento Enrico Loccioni, portando la sua testimonianza di imprenditore che crede fermamente nel valore generato dalle rinnovabili e dall'efficienza energetica. "Abbiamo voluto sperimentare e misurare nei nostri edifici, i vantaggi della riqualificazione energetica e dell'autoproduzione di energia; la combinazione dei due approcci – minor consumo e autoproduzione – risulta vantaggiosa e l'investimento ritorna in tempi brevi. Il tetto si trasforma così da centro di costo a centro di profitto e genera anche valori intangibili, come il miglioramento dell'impatto estetico nel territorio, il miglioramento del comfort interno e anche l'orgoglio, condiviso da tutti i collaboratori, di lavorare per un futuro sostenibile. Ma soprattutto seguire la filiera della sostenibilità significa creare occupazione, che è poi il fine principale dell'impresa". Oggi il Gruppo Loccioni si propone ai suoi clienti come integratore di impianti fotovoltaici e di soluzioni di efficienza energetica per edifici industriali , con grande attenzione alla misura delle performance attese, al monitoraggio continuo e alla manutenzione a lungo termine degli impianti.
"Il Leaf Roof non è solo un impianto fotovoltaico, ma una soluzione tecnologica attarverso la quale il tetto diventa fonte di di energia, di luce, di recupero idrico, di comfort climatico, di sicurezza, di monitoraggio dell'intero edificio." ha spiegato Gino Romiti, Innovation Director del Gruppo Loccioni "la nostra ricerca va avanti nello sviluppo di soluzioni sempre più integrate che possano migliorare la qualità delle performance degli edifici, diminuendo sempre di più i tempi di ritorno dell'investimento." Di lavoro ha parlato anche Antonio Minetti, Dirigente delle Politiche ambientali della Regione Marche: "La centralità del lavoro è il paradigma principale dello sviluppo sociale ed  economico. Interventi sistemici per il risparmio energetico – ITACAMARCHE per le città e l'edilizia – ETERNITFREE per la bonifica e solarizzazione dei tetti – semplificazione amministrativa con rigorosa attenzione alla tutela del territorio, la solarizzazione del polo sanitario- universitario di Torrette ed il programma "Green Energy" del Porto di Ancona, sono soltanto alcuni esempi virtuosi del nostro impegno istituzionale, affinché i tetti generino valore".
Ha chiuso l'evento Gianni Silvestrini, arrivato direttamente da Montecitorio, con notizie confortanti sui tempi di raggiungimento di nuove linee guida:" Sappiamo che gli incentivi italiani sono alti, troppo alti; bisogna formare un tavolo di concertazione tra Governo e imprese per una riduzione graduale che però non blocchi un mercato ormai divenuto importantissimo. Cerchiamo di gestire con intelligenza la diffusione del FV, in modo che il nostro Paese venga coinvolto sia nella crescita delle installazioni, sia nella creazione di imprese in grado di recuperare il tempo perso."

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here