Relazioni internazionali: plauso UE per sblocco fondi Interreg. Italia-Slovenia

556

Trieste – Dopo aver sbloccato nei giorni scorsi 136 milioni di euro che serviranno per finanziare i tre bandi dei progetti Interreg Italia-Slovenia, ora con la missione a Bruxelles dell\’assessore regionale alle Relazioni internazionali e comunitarie Elio De Anna, la Regione porta a casa altri due nuovi risultati Il primo, di carattere politico, consiste nell'aver ricevuto il compiacimento dell'Unione europea per aver riavviato il programma, scongiurando il disimpegno delle risorse. L'altro, sotto il profilo tecnico, nell'aver applicato la procedura scritta che ha permesso di dare una accelerata all'iter, eliminando così lo stallo che ha caratterizzato fino ad oggi la commissione. La direzione generale delle politiche regionali a Bruxelles, presieduta da Josè Palma Andres, ha innanzitutto riconosciuto un successo politico e diplomatico della Regione Friuli Venezia Giulia e dei suoi uffici nella negoziazione intrapresa con le altre Regioni che compongono il Comitato di sorveglianza.
''In particolare – spiega De Anna – il direttore Andres si è complimentato per aver deciso di intraprendere la procedura scritta con la quale ottenere il placet di tutti i membri della Commissione. In questo modo siamo riusciti a stringere i tempi nel trovare l'accordo generale, evitando ulteriori rinvii che avrebbero potuto portare al rischio della perdita dei fondi. Alla base di questa soluzione c'è stata la forte azione diplomatica della Regione e dei suoi uffici, che sono riusciti a trovare un punto di condivisione con tutti i partner. È stato così superato lo stallo di Brdo, dove addirittura erano assenti alcuni componenti per la mancanza di condivisione delle linee guida''. De Anna ha illustrato al direttore generale la ''road map'' che da ora in avanti caratterizzerà la messa a disposizione dei 136 milioni di euro. ''L'intero budget – ha spiegato l'assessore – è stato allocato. Per i progetti strategici, entro la fine del 2011 verrà rendicontato il 30 per cento dei fondi, mentre nel 2012 un altro 30 per cento. Sugli standard invece spenderemo il 20 per cento entro la fine del 2012 perché il bando sarà completato entro la fine di quest'anno. Se non ci saranno intoppi, per questi due bandi i fondi utilizzati entro la fine del 2013 saranno in linea con le previsioni''.

Infine per i ''cross border'' (progetti transfrontalieri), De Anna porterà il 18 marzo in Giunta l'approvazione del bando, primo passo per la presentazione delle domande.

Nel corso della riunione di Bruxelles è stato convenuto di convocare entro la fine dell'estate un nuovo comitato di sorveglianza la cui presidenza quest'anno spetta alla Regione Friuli Venezia Giulia e quindi all'assessore De Anna. In tale occasione verranno esaminate le modifiche al regolamento che dovranno evitare altre situazioni di stallo, sulla base delle raccomandazioni che perverranno da Bruxelles. Una di queste riguarderà proprio il metodo per l'assunzione delle decisioni, non più all'unanimità ma a maggioranza. ''Questo sarebbe un passo importante – conclude De Anna – per velocizzare l'utilizzo dei fondi così come viene richiesto dalle nostre comunità''.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here