Sottoscritto accordo Confindustria-Sindacati per le detassazioni

532

Le imprese aasociate potranno usufruire di agevolazioni fiscali nelle imposte relative agli incrementi di produttività. Confindustria Ascoli Piceno ha sottoscritto il 14 marzo 2011 con le Segreterie Confederali CGIL, CISL, UIL della provincia di Ascoli Piceno un accordo volto a consentire alle imprese associate la possibilità di applicare l'imposta sostitutiva del 10% alle componenti accessorie della retribuzione, corrisposte in relazione ad incrementi di produttività. Lo stesso è stato siglato sulla base di un accordo interconfederale sottoscritto da Confindustria con CGIL, CISL, UIL a livello nazionale.

Con il presente accordo, per l'anno 2011, sono recepite tutte le disposizioni dei contratti collettivi nazionali di lavoro applicati dalle imprese aderenti a Confindustria Ascoli Piceno, che riguardano gli istituti "riconducibili ad incrementi di produttività, qualità, redditività, innovazione, efficienza organizzativa, in relazione a risultati riferibili all'andamento economico o agli utili d'impresa o ad ogni altro elemento rilevante ai fini del miglioramento della competitività aziendale".

Le imprese associate a Confindustria Ascoli Piceno, pertanto, applicheranno le agevolazioni fiscali di cui sopra agli istituti quali, a titolo esemplificativo, i trattamenti economici per lavoro supplementare, il lavoro straordinario, il lavoro a turni, il lavoro notturno, il lavoro festivo e domenicale, erogati nel corso dell'anno 2011, nei limiti ed alle condizioni previste dalla normativa e dalle indicazioni ministeriali. Lo sconto fiscale va applicato entro il limite massimo di 6mila euro, per un tetto di reddito che non superi i 40mila euro. L'accordo quadro ha un livello "sussidiario o cedevole" rispetto ad eventuali intese aziendali o pluriaziendali.

L'Associazione è a disposizione per chiunque voglia chiarimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here