Fiere delle Marche: ecco le novità del nuovo corso

583

E\’ stato presentato alla Fiere di Pesaro il nuovo piano di sviluppo per i prossimi cinque anni delle Fiere delle Marche spa, sistema fieristico delle Marche e dell\’Adriatico. Un sistema che racchiude la Fiera di Pesaro, quella di Ancona e quella di Civitanova Marche. Alla conferenza stampa erano presenti il presidente Mario Formica e il direttore Antonella Zaccarelli. Per l'anno 2011-2012 le fiere più importanti saranno "Saveico" (Salone veicoli industriali e commerciali) in programma dal 29 al 30 ottobre, "Futuraenergy, alle fonti della sostenibilità", salone internazionale delle Energie rinnovabili e della Green Economy dal 10 al 12 febbraio 2012 e "Domo Classica", salone dell'arredamento senza tempo dall'8 al 10 giugno 2012.

"Il nostro è il primo esempio in Italia di privatizzazione _ esordisce il presidente Mario Formica _, un esempio di lungimiranza nonostante le difficoltà. La Fiera delle Marche raggruppa tre fiere tradizionali come quelle di Pesaro, Ancona e Civitanova Marche. Anche il logo e il marchio sono nuovi e simboleggiano in maniera stilizzata le Marche con i colori della terra e del mare, le nostre eccellenze. Il piano di sviluppo che abbiamo stilato mantiene il Salone del Mobile a Pesaro incastonando però anche nuovi progetti di fiere innovative sia nei contenuti che per i mercati nazionali e internazionali. Un calendario ricco e di qualità".

La novità è la Fiera del Mobile, Domo Classica, una fiera che c'è a Pesaro da cinquantanni ma che dal 2012 avrà un nuovo format e che si svolgerà annualmente: negli anni pari con il settore del mobile classico mentre gli anni dispari con il comparto speciale dedicato alle cucine.

"Il Salone del Mobile è stato studiato con un formato rivisto _ spiega la direttrice Antonella Zaccarelli _, , sarà una Fiera annuale e si aprirà al mercato non solo nazionale. Sarà una fiera dei grandi numeri. Ha cambiato veste e periodo dell'anno: anzichè a settembre si svolgerà a giugno come si faceva all'inizio, è stata una richiesta precisa degli espositori. Sarà dato spazio soprattutto agli operatori del Sud d'Italia: Puglia, Calabria, Sicilia e Molise in testa. Ma ci sarà spazio anche per i mercati russi, del Medio Oriente e dei Paesi Arabi. Sarà un salone che non deluderà le aspettative. Nel 2013 poi ci sarà uno speciale sulle cucine. Tutti i padiglioni saranno coinvolti, ci saranno aree convention e aree di relax, insomma un evento sia per operatori che per gli espositori".

"Futuraenergy" è la vera novità perchè per la prima volta nelle Marche si realizza una fiera di questo tipo, è un evento specifico che si rivolge al futuro dell'energia, non a quello che già conosciamo, e che perciò sarà arricchito anche da interessanti convegni. "Lo scopo _ interviene l'architetto Andrea Succi _ è anche quello di realizzare nella nostra regione una rete di produzione di energia virtuosa". Al Salone dei veicoli industriali e commerciali invece parteciperanno grandi case costruttrici dalla Volvo, alla Mercedes, fino all'Iveco, tanto da occupare tutti i padiglioni del quartiere fieristico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here