Treni più veloci. Da oggi si può

593

Il nuovo impianto consente di viaggiare a 70 chilometri orari.
Viaggi da incubo per i pendolari molisani che, da oggi, saranno soltanto un ricordo. Dopo le proteste, infatti, arrivano le risposte da parte di Trenitalia che, con un intervento da ventitre milioni di euro, ha potenziato la rete ferroviaria. I lavori sono terminati nei giorni scorsi e, ieri, è stato attivato il nuovo impianto tecnologico di Bosco Redole, la stazione di diramazione delle linee Campobasso – Benevento e Campobasso – Isernia, che consente di elevare la velocità di transito da trenta a settanta chilometri orari in direzione Isernia e a sessanta chilometri orari verso Benevento. Il viaggio inaugurale è stato affidato al Regionale 8071 delle 12:23 diretto a Cassino: è stato infatti il primo treno a transitare nella stazione con le nuove. L'intervento attuato negli ultimi mesi, rientra tra quelli concordati con la Regione Molise per il miglioramento della mobilità ferroviaria regionale. E sono stati diversi i lavori che hanno interessato la linea ferroviaria regionale. Oltre all'adeguamento della stazione di Bosco Redole, infatti, è stata sistemata la galleria Colle Barone. Non solo. Sono stati infatti rinnovati anche cinquanta chilometri di binari. Un intervento, quest'ultimo, che ha consentito anche di elevare la velocità tra Guardiaregia e Cantalupo da ottantacinque a centodieci chilometri orari. Chiusi dunque i cantieri silla tratta molisana e un sospiro di sollievo per i tanti viaggiatori che, quotidianamente, usano il treno per i loro spostamenti. Restano però le proteste per la soppressione della tratta ferroviaria Carpinone-Sulmona che, ormai da qualche mese, sta tenendo banco. Una vera e propria mobilitazione quella messa in atto dalle forze politiche regionali per provare a scongiurare la chiusura, magari attraverso il rilancio turistico dei centoventinove chilometri di binari che attraversano il parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. Accanto alle istituzioni scendono in campo anche le associazioni. Diverse le inziative. L'ultima in ordine di tempo è quella proposta da «Le Rotaie». Insieme a LocoMolise Onlus ha organizzato per il prossimo 4 marzo un treno turistico Campobasso-Isernia-Sulmona, in occasione della quinta Giornata delle Ferrovie Dimenticate, indetta dalla Confederazione Mobilità Dolce, che ha già riscosso adesioni sul web. L'evento sarà preceduto da un Convegno dal tema «L'importanza del trasporto ferroviario per lo sviluppo economico della Regione Molise». L'incontro è in programma il 3 marzo e sarà ospitato dall'Officina della Cultura di Isernia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here