Una nuvola piena di idee ed opportunità

642

Il Cloud Computing al centro dell’incontro ad Aster
Il Cloud Computing è una delle parole chiave per l’impatto che può avere sulle imprese ma non solo. Non è una nuova moda o semplicemente una nuova tecnologia: si tratta di un cambio di paradigma a disposizione delle aziende e delle pubbliche amministrazioni.

Il Cloud ha impatti sulle modalità di realizzare le infrastrutture, di progettare il software e di trasmettere i servizi. Di tutto questo si è parlato nel convegno “Nuvole all’orizzonte? Cloud Computing: caratteristiche e opportunità” che si è svolto a Bologna nella sede di Aster (Sala 215) presso il CNR Area della Ricerca di Bologna. E’ stata l’occasione per condividere i risultati del focus group “Cloud Computing: caratteristiche e opportunità”, promosso da Unioncamere Emilia-Romagna e Aster, in collaborazione con Assi- Associazione Specialisti Sistemi Informativi. Il focus group, che ha visto la partecipazione di imprese, pubbliche amministrazioni e Laboratori di Ricerca della Rete Alta Tecnologia dell’Emilia-Romagna, ha fatto emergere esigenze e proposte, raccolte ed elaborate in una pubblicazione che sarà presentata all’incontro. Sono state presentate e premiate le 17 startup selezionate dal portale EmiliaRomagnaStartUp nate anche grazie al Cloud.

Ad aprire i lavori, il presidente di Aster, Fabio Rangoni che ha dichiarato “La presentazione dei risultati del focus group prosegue un filone avviato di collaborazione fattiva e fruttuosa con Unioncamere Emilia-Romagna. Il cloud rappresenta un argomento di accelerazione che vede da una parte il marketing delle imprese, dall’altro lo start up di nuove aziende. Il nostro compito è di avvicinare ricerca ad impresa”.
Il presidente della Camera di commercio di Forlì-Cesena, Alberto Zambianchi ha ricordato come “Unioncamere sia un partner storico di Aster. In questo caso, la raccolta di dati emersi nel focus group è un elemento di quella economia della conoscenza da cui si genera lo sviluppo. L’innovazione porta a vantaggio competitivo, nuovi servizi, posti di lavoro e quindi nuova ricchezza”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here