Confindustria: Nasce in Veneto con Cariparo osservatorio innovazione

566

Nasce l\’Osservatorio permanente dei Servizi Innovativi e Tecnologici del Veneto, un\’iniziativa realizzata da Confindustria SI Veneto in collaborazione con la Cassa di Risparmio del Veneto, destinata ad analizzare e a mappare il futuro dell\’industria del settore.
L'Osservatorio e' stato presentato a Padova presso la sede della banca dal Presidente di Confindustria SI Veneto, Gianni Potti e da Giovanni Costa, Presidente Cassa di Risparmio del Veneto.

Tre le varie direttrici di intervento futuro dell'Osservatorio: lo sviluppo nel Veneto di un forte polo di rappresentanza dell'industria dell'ITC, il monitoraggio delle capacita' innovative del settore; la promozione della cultura d'impresa che veda nell'IT, nelle telecomunicazioni e nei servizi innovativi un'occasione di sviluppo per tutto il sistema, in primis per il manifatturiero.

Tuttavia, il terziario innovativo e tecnologico del Veneto deve superare alcuni limiti: la piccola dimensione, la difficolta' di fare rete con gli altri soggetti dell'innovazione, la scarsa apertura internazionale.

''Dall'economia della conoscenza viene un contributo decisivo per accelerare l'uscita dalla crisi e competere nel mondo nuovo – ha spiegato Gianni Potti, Presidente di Confindustria SI – i servizi innovativi possono essere il driver di questa sfida, il tessuto nervoso del sistema produttivo di domani, fatto di conoscenze di tipo tecnologico e manageriale rese accessibili alla piccola e media impresa.

Sta emergendo una diversa consapevolezza sull'importanza delle nuove tecnologie, e la crisi ha accelerato questi processi, che dobbiamo essere in grado di supportare e valorizzare. L'Osservatorio puo' accompagnare questa trasformazione, istituzionalizzando finalmente una realta' produttiva importante del nostro territorio e aiutando a favorire la crescita. L'industria dei servizi innovativi puo' produrre un valore aggiunto strategico sia per il manifatturiero che per il settore pubblico. Basti pensare che il pieno investimento in banda larga produce un incremento del PIL pari allo 0,3%''.

''Lo sviluppo delle imprese appartenenti al terziario innovativo e tecnologico consente anche alle altre piccole e medie imprese del settore manifatturiero di beneficiare di elevati standard di produttivita' e di maggiori servizi ad alto valore innovativo. Sostenere questa tipologia di imprese significa agevolare la modernizzazione e l'evoluzione del modello economico veneto, anche in termini di crescita della competitivita' a seguito di nuove aggregazioni – ha detto Giovanni Costa, Presidente Cassa di Risparmio del Veneto.

La Cassa di Risparmio del Veneto e' vicina a queste imprese e a tutte quelle realta' che possono dare nuovo impulso al nostro sistema economico. Oggi piu' che mai e' importante che la partnership tra banche, imprese e associazioni sia concreta e solida''.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here