Lotta al sommerso

461

La Regione Puglia ha messo a disposizione 10 milioni di euro per garantire l\’emersione del lavoro nero e finanziare le piccole aziende che operano al di fuori di ogni controllo e che vogliono invece operare alla luce del sole, trasferendosi nelle zone artigianali e per gli insediamenti produttivi esistenti nei Comuni con popolazione superiore a 40.000 abitanti. A questa iniziativa la Regione ha cominciato a lavorare subito dopo il crollo della palazzina di Barletta dove persero la vita cinque operaie che lavoravano in nero in un'azienda tessile.
«La legalità deve essere una convenienza», ha sottolineato il presidente Vendola. Il bando prevede un finanziamento con contributi a fondo perduto sino a 150 mila euro (il 50 per cento dell'investimento) per ogni azienda che vorrà spostarsi nelle zone industriali o artigianali. Alle aziende che si consorzieranno (almeno 10) per gestire servizi saranno garantiti altri 200mila euro.
Per le imprese che chiederanno le certificazioni ambientali il contributo a fondo perduto potrà arrivare sino al 75 per cento dell'investimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here