Porto di Ancona: lo scalo conserva l’autonomia dell’ Authority

656

“La riforma delle autorità di sistema portuale è un’ottima notizia per la nostra regione e per il sistema infrastrutturale del Paese. Il governo nazionale ha mantenuto l’impegno preso, conservando l’autonomia dell\’ Authority portuale di Ancona. E’ un grande risultato frutto del lavoro di squadra svolto in questi mesi dalla Regione Marche , dai parlamentari marchigiani, dal Comune di Ancona, dalla stessa presidenza dell’Ap e in particolar modo dal viceministro Nencini che ha seguito sempre con la massima attenzione la vicenda. In questo modo siamo riusciti a salvaguardare la storia, la tradizione e l’identità di un porto storico e strategico per la logistica di tutto il centro Italia, porta per l\’Europa. Allo stesso tempo il mantenimento dell’Autorithy portuale ed il suo ampliamento con Falconara, Pesaro, San Benedetto del Tronto (esclusa la Darsena turistica), nonché con Pescara ed Ortona favoriranno una governance più snella, sinergica e incisiva favorendo lo sviluppo del territorio in un’ottica strategica infrastrutturale internazionale nell’ambito della Macroregione Adriatico Ionica in sinergia con la Regione Abruzzo. Una bella sfida da vincere per i prossimi anni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here