L’importanza della strategia

406
Adriaeco 42 anno XI

Una mirata azione di pianificazione è senza dubbio la miglior strategia per lo sviluppo di un’area e di un territorio. In questa nostra ultima edizione abbiamo voluto dedicare la copertina al Piano Strategico della città di Ancona.

Gabriele Costantini

Il capoluogo marchigiano, ormai da qualche tempo è soggetto a profondi cambiamenti, i risultati sono ben visibili da tutti. Il Piano Strategico è stato presentato nell’Auditorium della Mole Vanvitelliana gremito da un folto pubblico, un luogo che non è stato scelto a caso. Il mare, d’altronde, è il fil rouge dell’intero documento. Una visione comune, Ancona città di mare, tre macro strategie, Ancona-Città Porto, Ancona Città Capoluogo e Ancona Città Mole. Cinque grandi progetti sulla cerniera terra-mare finanziati con oltre 70 milioni di euro che daranno un nuovo volto alla città entro il 2025, una nuova concezione di spazi, di luoghi per ritrovare l’identità e il senso di appartenenza. C’è la volontà e la possibilità di dare realmente una nuova forma al futuro, con un sistema di programmazione che ha visto sviluppo ed attuazione in altri importanti capoluoghi italiani: da Torino a Bologna, da Rimini a Firenze.  Su questa edizione di Adriaeco proponiamo un estratto dell’intero documento che, in tutti i modi, può essere consultato nella sua interezza sul sito www.strategicancona.it

Sempre con un occhio rivolto al futuro, parleremo, o meglio, ritorneremo a scrivere di argomenti connessi con l’ambiente che è oggi più una necessità che una scelta. Il nostro focus è incentrato sull’innovazione e la ricerca applicata all’ambiente e al trasporto marittimo, questione di grande attualità per tutti coloro che operano nel settore della cantieristica e dello shipping. E sempre rimanendo in tema di cantieristica, abbiamo approfondito la notizia per eccellenza del settore nel 2017 con un nostro speciale intitolato: Fincantieri – Stx, matrimonio all’italiana.

Buona Lettura.

Gabriele Costantini