10.000 euro di stipendio per fare i giudici per un giorno

399

Una campagna tutta da scoprire per la sua particolarità; giudici pagati per valutare i servizi a bordo delle navi traghetto; il tutto condito con uno stipendio di 10.000 euro per una giornata che fornisca a tre giovani concorrenti le basi per costruire un’attività imprenditoriale e non solo di influencer.
Queste sono le caratteristiche del tutto uniche e originali di una operazione di marketing che viene lanciata oggi da Moby e Tirrenia, le due compagnie leader nel trasporto dei passeggeri su navi traghetto da e per le isole con focus particolare sulle rotte di collegamento con Sardegna, Corsica, Sicilia, Elba e Tremiti.
I vertici del gruppo Onorato, del quale le due compagnie sono parte integrante, in
collaborazione con l’agenzia Armando Testa, hanno deciso di varare una campagna per
l’individuazione di giudici ad alta specializzazione e quindi l’ingaggio attraverso la rete di tre
figure professionali altrettanto anomale: la prima è quella di un “food lover”, un esperto di
cibo e di cucina che si infiltri nella cucina di un traghetto e testi antipasti, prime, pietanze,
dolci; la seconda per un travel expert, un giovane che sia in grado di navigare al meglio nei
mari tempestosi delle offerte di viaggio, testandone la convenienza e trovando la soluzione
che garantisca il piú alto confort al prezzo piú conveniente; la terza per un family manager,
un componente della famiglia in grado di ottimizzare il bagaglio, pianificare la partenza,
gestire al meglio le aspettative e i sogni della famiglia rendendoli sovrapponibili sono i servizi di bordo.
“L’idea – spiega Alessandro Onorato – è nata dal nostro desiderio di dimostrare che Moby e
Tirrenia sono la risposta a chi cerca la massima qualità al miglior prezzo possibile, senza
rinunciare ai comfort di un viaggio esclusivo. Abbiamo scelto la formula di un impiego per
raccontare le nuove figure professionali del settore travel e dimostrare come e quanto sia
cambiato oggi il modo di viaggiare”.
10.000 euro per un solo giorno. Questo il compenso frutto di un contratto a tempo di 24 ore riservato per chi riuscirà prima, in virtú della sua esperienza, della sua inventiva, della sua capacità di convincimento, a ottenere il maggior numero di consensi dalla rete giocando
anche sull’efficacia di un selfie in grado di divertire, attirare l’attenzione e sintetizzare una
mission. Ogni candidato potrà inserire la propria adesione su www.moby.it, compilando un
form e allegando infine un video selfie di presentazione. Le candidature ai tre “posti di
lavoro” saranno votate dagli utenti web che entro il 30 di giugno esprimeranno una rosa di finalisti che, a bordo di una nave Moby, andranno incontro all’operazione verità di fronte a una giuria composta da tre influencers (due dei quali parte della Pozzolis family), tre esperti del settore e un rappresentante Moby e Tirrenia (nella persona del vice presidente
Alessandro Onorato), per diventare imprenditori di se stessi.
Spetterà a loro compiere un viaggio andata e ritorno su una delle tratte delle compagnie e
raccontare online, con video, post e storie, la loro esperienza, “giudicando” i servizi Moby e
Tirrenia.