Ancona e la nuova piazza della Repubblica

219
Tra i principali impegni assunti dal governo della città in questa stagione estiva 2024 si colloca sicuramente l’atto approvato stamane con il quale si dà il via al cantiere della nuova piazza della Repubblica, delimitata dallo scalo Vittorio Emanuele.
La volontà degli amministratori, espressa nella seduta settimanale della giunta, è quella di di andare in direzione della realizzazione di una piazza completamente pedonale con relative modifiche alla viabilità veicolare.
Su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici, Stefano Tombolini, visionato il progetto di fattibilità tecnico economica realizzato a seguito di uno studio preliminare e di una analisi della movimentazione veicolare e pedonale l’Esecutivo ha quindi deciso nella riunione odierna di intervenire nell’area in oggetto con una prima fase di sperimentazione rispetto alle scelte di modifica della viabilità veicolare, anche in vista dell’imminente svolgimento dell’evento G7 SALUTE che si svolgerà nella città di Ancona nei primi giorni di ottobre.
L’obiettivo è quello di mettere in atto tutti gli interventi ad eliminazione degli ostacoli per la completa fruizione della piazza da parte dei pedoni, ivi compresa la delimitazione fisica dei percorsi veicolari e la sistemazione provvisoria di alcune parti della pavimentazione in cubetti di arenaria e la rimozione della pensilina posta al centro della piazza. Tra gli interventi previsti a riguardo : lo smontaggio della pensilina e lo spostamento dell’ area di sosta Taxi, la sistemazione delle pavimentazioni stradali in pietra arenaria, l’eliminazione delle barriere architettoniche, la messa in opera di paletti para pedonali, lo smontaggio e il posizionamento di elementi verticali elettronici e la messa in opera segnaletica verticale.
Saranno eliminati gli stalli dedicati oggi alla sosta veloce posti davanti alla pensilina, fronte Teatro delle Muse, e da via Gramsci si percorrerà l’uscita dalla città in linea diretta su Largo Sacramento.  I taxi verranno invece posizionati all’ingresso dello scalo portuale.
In una seconda fase verrà eliminato il cassonetto Igenio che sarà sostituito da uno più confacente alla storicità del luogo posizionato su Largo Sacramento e mitigato da una protezione in ferro. L’inizio dei lavori è previsto tra il 10 e il 15 luglio prossimi.
Il costo complessivo dei lavori – finanziati con somme derivanti da avanzo centro storico- è di € 50.000,00.
Questo primo intervento – afferma il sindaco Silvetti – anticipa un progetto più complesso che interesserà il centro storico. La piazza sarà restituita alla città, sarà vivibile e percorribile senza il passaggio attuale delle auto. A beneficiarne anche la viabilità che non subirà gli attuali intasamenti perché da via Gramsci si proseguirà direttamente su Largo Sacramento. Più consono anche il posizionamento dei Taxi. Andiamo dunque a liberare – conclude il primo cittadino – uno spazio che, anche per la presenza del Teatro delle Muse, è fondamentale per dare di Ancona una immagine nuova”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here