Manelli Impresa costruirà il nuovo polo scolastico a Montegiorgio in provincia di Fermo

487

Commessa del valore di Euro 16,3 milioni (Base Gara). Progetto di edilizia pubblica, di circa 45mila mq, che prevede la costruzione di una Scuola Primaria e una Secondaria di I grado (550 alunni totali), della mensa, di una palestra e di un’aula magna, con relative opere di urbanizzazione

Manelli Impresa S.p.A., primario player nel settore delle costruzioni generali, a capo di un gruppo attivo nell’esecuzione di appalti infrastrutturali e di opere edili nazionali e internazionali, ha ottenuto l’aggiudicazione di una commessa per la costruzione del nuovo complesso scolastico di Montegiorgio, in provincia di Fermo nelle Marche. L’importo dei lavori è pari a Euro 16,3 milioni (Base Gara).

Il progetto prevede la realizzazione di una Scuola Primaria e una Scuola Secondaria di I grado, della mensa scolastica, degli uffici per l’Istituto Scolastico Comprensivo, di una palestra polifunzionale e di un’aula magna-auditorium, con relative opere di urbanizzazione. Il tutto in un’area di circa 45.000 mq sita in località Morrecine/Crocedivia. Tutta l’area è stata oggetto di una progettazione multidisciplinare per garantire uno spazio verde attrezzato sia per lo sport che per lo spazio educativo che per il tempo libero. I parcheggi e la viabilità sono stati distribuiti intorno agli edifici e alle funzioni principali.

Vista l’ampiezza dell’area e l’importanza delle funzioni da inserire, l’intervento favorirà la realizzazione di un “polo urbano di interesse sovra locale”, sia per dimensione che per ruolo. Il nuovo plesso rappresenterà il fulcro istituzionale dal quale promuovere il concetto di integrazione tra le due realtà urbane di Montegiorgio e Piane di Montegiorgio, oltre ad essere baricentrico della Media Valle del Tenna e quindi fruibile anche da studenti provenienti da comuni limitrofi.

“Poter contribuire al miglioramento del settore dell’educazione con strutture scolastiche di pregio, ecosostenibili e con elevati standard tecnici è una delle competenze di Manelli che siamo fieri di poter mettere in pratica in questo progetto” – afferma l’Ing. Orazio Privitera Responsabile Gare e Appalti di Manelli Impresa S.p.A. “Il nostro studio della progettazione complessiva del Polo Scolastico ha voluto legare aspetti di sostenibilità ambientale e sociale ponendo particolare attenzione a sistemi costruttivi di qualità mirati all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e di impiantistica ad alta efficienza, capace di garantire risparmio idrico e recupero acqua meteorica, riduzione dell’inquinamento acustico, luminoso, elettromagnetico e indoor”.

Gli immobili ricompresi nell’area di costruzione sono stati progettati con i più elevati sistemi di sicurezza sia relativamente alle azioni sismiche, atmosferiche, che antincendio e saranno dotati di ampi spazi di raccolta e di via di fuga adeguate.

I dettagli del progetto

Il complesso scolastico prevede la realizzazione di una scuola elementare con due sezioni complete, 10 classi, dove ogni classe prevede un massimo di 25 alunni, per un totale di 250 alunni, e di una scuola media con quattro sezioni complete, per un totale di 300 alunni. Il complesso scolastico è articolato in tre edifici principali collegati tra di loro, ai quali si accede da un unico accesso baricentrico. Dall’atrio della scuola, attraverso due percorsi diametralmente opposti, si potrà accedere dal lato nord alla Palestra Polifunzionale, e dal lato sud all’Auditorium.

La scuola è distribuita su due livelli fuori terra, gli spazi sono articolati intorno a due corti. La scuola elementare, la mensa, la cucina, la direzione didattica e i servizi relativi trovano collocazione al piano terra in rapporto diretto con gli spazi esterni. La scuola media, la biblioteca e i servizi relativi trovano collocazione al piano primo.

Tutti i nuovi edifici del plesso scolastico garantiranno un elevato standard di efficienza energetica e salubrità degli ambienti interni. I parametri dettati dalla scelta volontaria di perseguire obiettivi LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) hanno determinato delle scelte ambientali ben ponderate in modo da qualificare a livello di sostenibilità l’intero sistema edificio/impianto/sistemazioni esterne. Le soluzioni scelte consentiranno di progettare e realizzare un edificio non solo conforme alle attuali normative (Criteri Ambientali Minimi richiamati dal D.M. 24 dicembre 2015), ma anche e soprattutto volto alla sostenibilità ambientale, al corretto sfruttamento delle risorse rinnovabili, all’implementazione delle più moderne tecnologie: efficienza energetica, qualità dei materiali, sostenibilità dell’intervento e dell’opera lungo tutto il ciclo di vita utile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here