Icone pop ed essenzialità zen, l’arte riflessiva di Leeza Hooper

577

Domenica 3 ottobre ripartono gli appuntamenti alla Galleria Quattrocentometriquadri di Ancona. Ripartono le attività della Galleria Quattrocentometriquadri di Ancona con la prima mostra autunnale. Domenica 3 ottobre alle ore 18.30 verrà inaugurata la personale dedicata al giovane ed eclettico artista Leeza Hooper. L’esposizione, dal titolo “Solo Show”, è curata da Davide W. Pairone e Quattrocentometriquadri, con testi dello stesso Pairone ed ha ricevuto il patrocinio del Comune di Ancona – Assessorato alla Cultura.
L’arte figurativa di Leeza Hooper è profondamente legata alla dimensione individuale, alla riflessione sulla condizione esistenziale dell’essere umano, è un invito a rifuggire il caos informativo per ritrovare la complessità umana a partire da coordinate minimali: “In un momento dominato dall’iperinformazione e spesso dal poco senso, credo ci sia bisogno di concentrazione”, dice Leeza Hooper. Linee, forme geometriche, lettere dell’alfabeto si mischiano a soggetti pop, ad elementi della pubblicità e dell’arte. Leeza Hooper, per dirla con le parole di Pairone, “lavora come un meditativo calligrafo zen nel mezzo di una rissa ad un concerto punk”. Il ritorno ad un’essenzialità pregna di senso si vede anche nell’uso di tecniche “povere”, come il collage o gli interventi con microsoft paint.
Un artista che affascina già dal nome: Leeza Hooper non è una donna, ma un uomo; in origine questo nickname al femminile rimandava all’immagine di una delirante pornostar americana in fase di declino, un atto di provocazione e di accusa, una riflessione sullo star system e sui concetti di trionfo e decadenza. Oggi ha piuttosto una valore narrativo ed estetico, e riflette il percorso dell’artista che ha spostato la sua attenzione su questioni più legate ai segni che ai processi sociali. Per Leeza Hooper l’arte non è conclusione e risultato ma interrogazione, punto di partenza per un processo di conoscenza.
Nato a Roma nel 1980, Leeza Hooper vive e lavora tra Perugia, Roma e Milano. Tra le principali esposizioni, nel 2010 Sweet Sheets (Moves to Modica), Palazzo della Cultura, Modica (RG); Graphology, a cura di Davide W. Pairone e Gian Marco Tosti, Galleria MioMao, Perugia; Sweet Sheets III, Zelle Arte Contemporanea, Palermo; Outlet. The studio Glenda Cinquegrana . Milano. Nel 2009 Sto disegnando, un’installazione di Michael Rotondi, Piscina comunale, Milano; (Human) SIGNS, a cura di Atelier777 Contemporary Art e Davide Walter Pairone, Atelier777 Contemporary Art, Pescara; Sponge Collection, a cura di Susanna Ferretti, Sponge living space, Mezzanotte di Pergola (PU); Festa di natale con gli amici della galleria, Antonio Colombo Arte contemporanea, Milano. Nel 2008 Beata Remix, a cura di Davide W. Pairone, Palazzo D'avalos, Vasto; POV, point of view, a cura del Comitato Artistico P-gruppe, centro per le arti visive Trebisonda, Perugia.
La mostra resterà aperta fino al 14 novembre.

Orario di visita: dal giovedì alla domenica dalle ore 18.30 alle 20; oppure su prenotazione contattando i numeri 349 8744062 o 338 2430040.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here