il presidente Spacca relatore della richiesta di parere sulla pesca

737

Chiamato a relazionare a Bruxelles, alla riunione del Comitato delle Regioni del 26 gennaio scorso, dopo il commissario per la Pesca, Maria Damanaki a proposito dello sviluppo di una politica marittima integrata e di conoscenze oceanografiche, in ottica anche di piani di gestione locali per la pesca che possano tracciare, per il comparto marittimo, quanto già successo con il protocollo di sviluppo rurale, Gian Mario Spacca è stato formalmente nominato dalla Coter (Commissione Politica di coesione territoriale) del Comitato delle Regioni, relatore della proposta di parere sulla “Cooperazione territoriale nel Mediterraneo attraverso la Macroregione Adriatico – Ionica”. Secondo l’iter previsto, il presidente Spacca, il 19 maggio prossimo, illustrerà la proposta, in prima lettura, alla Coter, dove sarà votata per l’approvazione il 4 luglio. A quel punto il parere approderà,
tra il 10 e il 15 ottobre, alla sessione plenaria del Comitato delle Regioni che si riunirà nell’ambito degli
Open Days. In questa fase si svolgeranno incontri con tutti i rappresentanti istituzionali, sia nell’ambito del Comitato delle Regioni sia in sede di Parlamento europeo. “Il percorso di avvicinamento al 2014, quando con la presidenza italiana dell’UE contiamo di avere l’istituzione ufficiale della Macroregione adriatico ionica – ha spiegato il presidente Spacca – si sta consolidando. Aver assegnato alle Marche l’illustrazione della richiesta di parere, rappresenta un riconoscimento per l’impegno che la nostra Regione da tempo spende per questo obiettivo.
Un impegno che condividiamo con tutte le altre Regioni dell’area adriatico – ionica. La sfida è alta: la macroregione rappresenta, infatti, lo strumento per accelerare i processi di integrazione, per far accrescere la cooperazione territoriale su problemi di comune interesse, in linea con gli obiettivi europei dell’integrazione nei Balcani e per realizzare una governance multilivello sulla base dell’esperienza e delle strutture governative già esistenti,
come l’Iniziativa Adriatico – Ionica. Ma per noi significa anche avere una linea preferenziale per accedere
ai grandi progetti infrastrutturali dell’UE. In questo processo il ruolo del Comitato delle Regioni è centrale e il parere che sarà espresso a ottobre diviene un passaggio molto importante per la nascita della macroregione”.

ThePresident Spacca speaker ofthe request about fishing
Gian Mario Spacca has been formally named by Coter, speaker of the proposal about the “Territorial
Cooperation in the Mediterranean sea through the Adriatic – Ionic macroregion”, on the occasion of the
meeting of the Committee of 26 regions last January. According to the measures previewed, the president Spacca, next 19th May, will illustrate the proposal to the Coter, on 4th July will be voted for the approval. Than, the opinion will pass, among 10th and 15th October, to the plenary session of the Committee of the Regions that will meet on the occasion of the Open Days. In this phase will be the meetings with all the institutional delegates, or in the Committee of the Regions or during European Parliament. “The approaching to 2014 and with the Italian presidency of the EU is going to strengthen, we have the official institution of the Adriatic ionic Macroregion – Spacca has explained . To have assigned to the Marche the request of opinion, represents an acknowledgment for the engagement that our Region for a long time, involves for this aim".

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here