Ancona: Le Marche, i Marchigiani, il Risorgimento, L’italia. Presentato il catalogo della mostra

572

Sono stati più di duemila, le persone, che hanno visitato la mostra, alla Mole Vanvitelliana di Ancona, su “1815 – 1915. Le Marche, i Marchigiani, il Risorgimento, l\’Italia.” L'esposizione, curata dall'Istituto Gramsci Marche, prima di chiudere i suoi battenti il 17 aprile prossimo, ha ospitato e ospiterà una serie di incontri e manifestazioni, sempre legate alle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità italiana, tra le quali quella, tenutasi il 2 aprile che ha visto la presentazione di un ricco e prezioso catalogo.

Il volume di oltre 290 pagine, edito da Affinità Elettive è stato presentato dalle istituzioni che hanno patrocinato l'iniziativa e che hanno voluto così sottolineare, con un documento che resterà nel tempo, l'importanza primaria della memoria come conoscenza storica ma anche come appartenenza a una comunità.

Vittoriano Solazzi, Presidente dell'Assemblea legislativa delle Marche, ha voluto, nel suo intervento di apertura, sottolineare l'adesione, da parte del Consiglio regionale, al progetto della mostra che ripercorre cento anni di storia marchigiana. “Ogni pannello – ha detto – .rappresenta una storia dei nostri luoghi e della nostra gente. E' importante – ha detto – in questa occasione non solo ricordare gli avvenimenti del nostro passato ma anche riflettere sulla deriva culturale del nostro tempo che necessita di un nuovo risorgimento dove l'essere umano sia posto veramente al centro di ogni interesse.”

Curatori del catalogo, Nino Lucantoni, che ha progettato tutto il percorso espositivo, Mario Carassai e Mara Mazzoni. Il volume, riporta tutti i duecento e venti pannelli della mostra, preceduti da una serie di interventi di Carlo Latini, Direttore dell'Istituto Gramsci Marche, Vittoriano Solazzi, Presidente dell'Assemblea legislativa, Fiorello Grammilano, Sindaco di Ancona, Luciano Ruffini, Sindaco di Tolentino, Andrea Nobili, Assessore alla cultura del Comune di Ancona , Carlo Pesaresi, Assessore alla Cultura della Provincia di Ancona, Pietro Marcolini, Assessore regionale alla Cultura e gli interventi storici di Emanuele Nobili, Marco Severini, Francesca Porto, Valentina Baiocco, Roberto Paggetta, Massimo Papini, Nino Lucantoni. Una ricca bibliografia e una scientifica sitografia completano il volume e lo rendono un importante strumento di ricerca storica.

Per Valentina Conti, di Affinità Elettive, l'occasione serve a fare un bilancio storico del Paese e della nostra regione. Il catalogo ha questa capacità e porterà il valore della mostra oltre il tempo della sua durata. L'Assessore alla cultura di Ancona, Andrea Nobili' ha evidenziato come le celebrazioni del 150° abbiano visto iniziative nascere dal basso, cioè dalla gente, piuttosto che dalle istituzioni e questo è un fattore molto importante perché sono stati creati eventi che legano fortemente le persone alle istituzioni di un territorio. Luisella Pasquini, Presidente dell'Istituto Gramsci ha parlato infine della volontà di far si che il catalogo ricchissimo della mostra sia trasferito in internet per consentire a chiunque di entrare in possesso delle moltissime notizie e illustrazioni in esso contenute. “Solo la memoria consente di vivere consapevolmente il presente e dunque condizionare e preparare il futuro.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here