Italia primo partner commerciale della Croazia

852

L\’obiettivo e fissato, il suo raggiungimento? Luglio 2013. E\’ questa la data prevista per far accedere la Croazia nell\’Unione europea. Meno di due anni per poter definitivamente unire, o riunire se vogliamo, due Paesi l\’Italia e la Croazia divisi dal mare Adriatico, ma sempre caratterizzati da una profonda influenza reciproca dal punto di vista storico culturale e, non da ultimo, economico commerciale.
"L'Italia è il primo partner commerciale della Croazia – ha sottolineato Valentina Jacan, general manager di Driope D.o.o., società di consulenza e servizi italo – croata per l'internazionalizzazione delle PMI italiane, locata a Zara – sia per volumi di esportazioni sia di importazioni, seguita da Germania e Slovenia. Le esportazioni italiane si attestano su un valore di circa 2 miliardi di euro e i prodotti maggiormente richiesti dal mercato croato sono quelli della metallurgia, del settore moda, i prodotti chimici ed i raffinati energetici, I prodotti tessili sono invece quelli maggiormente importati dall'Italia seguiti dai prodotti del settore estrattivo". Perché investire in Croazia?
"Ci sono diverse ragioni: il prossimo ingresso nella UE, la posizione di strategica di crocevia nelle reti trans europee di trasporto dei corridoi V e X, una rete infrastrutturale fatta di porti, aeroporti ed assi viari interni in fase di veloce potenziamento. Non bisogna poi dimenticare l'alto livello di istruzione delle risorse umane croate, sia per le conoscenze tecnico – scientifiche che per la padronanza delle lingue, il tutto ad un costo del lavoro mediamente inferiore ai livelli dell'UE. Non da ultimo gli incentivi agli investimenti provenienti direttamente dal governo croato e dall'assistenza finanziaria dell'UE con i fondi IPA e BEI".
Quali sono i servizi che Driope propone alle aziende che vogliono internazionalizzare in Croazia?
"Abbiamo un team altamente qualificato, multidisciplinare e plurilingue in grado di offrire una serie di soluzioni personalizzate e flessibili suddivise su tre categorie".
Quali nello specifico?
"Abbiamo i "servizi per l' internazionalizzazione" con l'assistenza in tutte le fasi del processo sui mercati obiettivo. La" global smart solution" un servizio molto innovativo basato sul concetto della dematerializzazione dell'ufficio estero ed, infine, "partnership & finanza" dove offriamo una ricerca di partner industriali e finanziari per i progetti strategici. Ovviamente l'offerta di collaborazione fatta ai clienti può essere modulata ed integrata in maniera totalmente custo-mer al fine di ottimizzare la collaborazione e il raggiungimento del target individuato".
La Camera di Commercio di Ancona e la sua azienda speciale Marchet hanno incontrato i vertici della Camera dell'Economia della contea di Zara. Lei cosa ne pensa?
"Sottoscrivere un accordo di collaborazione che promuova e favorisca le relazioni commerciali, finanziarie e culturali nonché i rapporti di collaborazione economico – tecnica tra imprese della provincia di Ancona e quelle della contea di Zara è un'azione estremamente lungimirante. Una missione concreta che si inserisce perfettamente nella strategia macroregionale sulla quale tanto si sta adoperando anche il Governatore Gian Mario Spacca in sede europea e che sta dando i primi, interessanti, risultati".

Italy first business partner of Croatia
July 2013. This is the date previewed in order to join Italy and Croatia all along characterized from a cultural, economic, historical and business influence. “Italy is the first business partner of Croatia – affirms Valentina Jačan, general manager of Driope D.o.o., Italian-Croatian consulting and services for the internationalization – or for the volumes of exports or imports, followed by Germany and Slovenia. The most requested Italian products from Croatian market are those of metallurgy, fashion sector and the chemicals ones. The textiles products are instead those imported from Italy followed by the extractive sector”.
Why to invest in Croatia?
“The next entrance in the EU, the strategic position, an infrastructural network of ports, airports and axes that are developing, the high level of education and the cost of the job that is lower if compared to the level of EU. Moreover the incentives to the governmental investments with IPA funds and BEI.
What are the services proposed by Driope?
“We have “services for the internationalization” with the local assistance, the “Global smart solution” a service based on the dematerialization of the foreign office and “partnership & finance” that is the search of industrial and financial partner for strategic projects.
The Chamber of Commerce of Ancona and its Azienda Speciale Marchet has met the leaders of the Chamber of the Economy of the county of Zadar. What do you think about?
“To sign an agreement of cooperation that promotes and favours business, financial and cultural relations, it’s an extremely far-sighted action. A concrete mission that becomes part in the macroregional strategy supported by the work of the president Gian Mario Spacca.

www.driope.hr

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here