Luca Ceriscioli visita il segretariato permanente della IAI

491

Prima presa di contatto ufficiale del nuovo Presidente della Regione con il Segretariato Permanente dei Governi della Macroregione Adriatico Ionica alla Cittadella di Ancona. A fare gli onori di casa il Segretario Generale, Ambasciatore Fabio Pigliapoco, che ha salutato l\’ospite con un \”benvenuto a casa Sua!\”. La Regione Marche, infatti, ospita il Segretariato intergovernativo dal 2008, data della sua creazione, dopo che gli otto Governi della Iniziativa Adriatico Ionica avevano deciso di rafforzare con un Segretariato Permanente la loro cooperazione – nata nell\’ormai lontano 2000 con la \”Carta di Ancona\” – che segnò l\’avvio della collaborazione ad otto dopo la fine della guerra fratricida nell\’ex Jugoslavia. L\’Amb. Pigliapoco ha voluto trasmettere al Presidente Ceriscioli i ringraziamenti degli otto Governi dell\’Iniziativa alla Regione Marche per l\’ospitalità concessa al loro Segretariato, assieme all\’auspicio che la preziosa cooperazione prosegua anche per il futuro. Il Presidente, dal canto suo, ha confermato che il nuovo Governo regionale continuerà ad essere in prima linea nella politica di vicinato e di collaborazione con i Paesi del bacino adriatico-ionico, una politica che costituisce del resto uno dei cardini della politica estera italiana, come ha confermato solo poche settimane or sono lo stesso Ministro degli Esteri, Gentiloni, proprio da Ancona. Accanto all'impegno del Governo italiano affinché la fase appena iniziata di attuazione della strategia macroregionale produca presto i suoi effetti non mancherà – ha detto Ceriscioli – l'impegno convinto della Regione. Pigliapoco ha ricordato come il territorio marchigiano tutto sia da sempre strettamente collegato con l'altra sponda da legami di fraterna amicizia; da qui partirono i primi aiuti per le popolazioni dilaniate dalla guerra, da qui i primi ospedali da campo, da qui i primi esempi di fraterna collaborazione. E non è dunque un caso che le tappe più importanti della recente ricostituzione delle storico tessuto di amicizia e collaborazione siano tutte avvenute nel capoluogo marchigiano: dalla "Carta di Ancona" nel 2000, all'insediamento del Segretariato nel 2008, alla riunione dei Ministri degli Esteri che decisero di intraprendere la strada della strategia macroregionale nel 2010, alla più recente prima riunione del Consiglio Direttivo (Governing Board) della EUSAIR nel Gennaio 2015, che ha segnato l'avvio della fase attuativa del progetto. Il ruolo di primo piano che la Regione Marche si è guadagnata nel corso degli anni le consentirà – hanno convenuto Ceriscioli e Pigliapoco – di mantenere un alto profilo anche nella fase attuativa appena iniziata, con benefici effetti e positive ricadute su tutto il territorio regionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here