Paolo Ghinolfi è il nuovo Presidente Aniasa

791

Roma – Paolo Ghinolfi è il nuovo Presidente di Aniasa, l’Associazione Nazionale Industria dell\’Autonoleggio e Servizi Automobilistici che rappresenta all’interno di Confindustria il settore del noleggio veicoli (a lungo e a breve termine e in fleet management). Ghinolfi succede al vertice di Aniasa a Roberto Lucchini (A.D. di Avis Autonoleggio) che nelle scorse settimane ha completato il processo di adesione diretta dell’Associazione a Confindustria.
L’incarico triennale (2011 – 2013) si aggiunge al ruolo di Amministratore Delegato Arval (società leader nel noleggio a lungo termine), ricoperto dal 2004.Aniasa rappresenta oggi oltre il 95% del settore del noleggio veicoli e ne fanno parte tutti i principali player del comparto.

Il settore dell’autonoleggio ha vissuto quindici anni di forte sviluppo (dai 130.000 veicoli del 2000 ai 670.000 del 2010) con tassi di crescita, negli scorsi anni anche in doppia cifra (un aumento di fatturato del 300%, da 1,6 a 4,9 mln di euro). Dopo un 2009 complesso, condizionato dall’andamento dei mercati internazionali in piena crisi, il settore nel 2010 ha lasciato intravedere i primi segnali di ripresa.

“Obiettivo principale del mio mandato”, ha dichiarato Ghinolfi, ringraziando il suo predecessore Lucchini per gli importanti risultati raggiunti nel suo triennio di Presidenza, “è sviluppare ulteriormente l’accreditamento dell’Associazione presso le istituzioni anche attraverso l'allargamento della base associativa. Il noleggio rappresenta oggi il quasi il 15% del mercato dell'automobile e può contare su una consolidata esperienza in relazione ai temi della circolazione, del rispetto per l'ambiente e della mobilità in generale”.

“Tra le prossime iniziative che ANIASA intende sviluppare” -ha dichiarato il neo-Presidente – “il tema della fiscalità dell’auto aziendale avrà particolare risalto. L’obiettivo è far comprendere ai nostri governanti, ma anche alle Istituzioni europee, che lo sviluppo dell'auto aziendale, così come della mobilità individuale privata, può costituire un’opportunità sia per la soluzione dei problemi ambientali, sia in termini di gettito per l'erario. Non abbiamo mai usufruito e non chiediamo incentivi all'acquisto a fondo perduto, ma di essere protagonisti attivi delle politiche di sviluppo del mercato creando interessanti prospettive anche per l'erario, attraverso una rimodulazione della fiscalità finalizzata a un maggior rispetto ambientale”.

A supportare l’azione del Presidente, ci sarà un rinnovato board di vice Presidenti cui sono state affidate deleghe su temi strategici per l’Associazione, dai rapporti con le PA e gli organismi internazionali alle problematiche fiscali ed assicurative, dal Codice della Strada ai temi inerenti l’ambiente, la mobilità, i flussi turistici e l’intermodalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here