Presentato il rapporto di Legambiente e Altreconomia, le Marche promosse con riserva

548

Le Marche superano con riserva l’esame di Legambiente e la rivista Altreconomia che, con il dossier “Acque Minerali: la privatizzazione delle sorgenti in Italia” presentato oggi in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, accende i riflettori sulla gestione idrica. La Regione Marche è tra quelle che dopo il 2006 non ha varato una nuova normativa secondo il processo di revisione e prevede ad oggi un doppio canone sulla superficie della concessione e sui volumi di acqua, compreso tra 1 e 1,5 euro a metro cubo. “In occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua Legambiente torna a chiedere con forza che la Regione Marche aggiorni i canoni dopo l'approvazione delle linee guida del 2006, alzando il costo dell'acqua al metro cubo per le aziende che imbottigliano – commenta Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche -.
Questo disincentiverebbe l'acquisto delle minerali in bottiglia incentivando invece l'utilizzo dell'acqua del rubinetto, con un notevole contributo alla riduzione delle emissioni di CO2 e della produzione di PET. Questo genererebbe anche delle risorse aggiuntive che entrerebbero nelle casse della Regione che chiediamo siano vincolate agli investimenti per migliore la rete della distribuzione dell'acqua e per fare maggiore depurazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here