Istruzione: scuole, finanziati 343 progetti con 2,8 milioni di euro

571

Sono complessivamente 343 i progetti presentati dalle scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie del Friuli Venezia Giulia, nell\’ambito dei due bandi emanati lo scorso giugno e relativi alle attività didattiche per lo sviluppo delle competenze e per lo sviluppo della dimensione plurilingue, con l\’insegnamento delle lingue straniere comunitarie, che sono risultati assegnatari di 2,8 milioni di euro. "E' un ulteriore passo concreto per sostenere la progettualità delle singole scuole statali e paritarie che si apprestano ad iniziare un nuovo anno di lavoro – sottolinea l'assessore regionale a Istruzione, Università e Ricerca Roberto Molinaro – che incide positivamente sulla qualità dell'offerta formativa dato che il 90% dovrà essere destinato per remunerare prestazioni di personale scolastico, aggiuntive rispetto a quelle della normale attività curricolare". "Il successo delle domande quest'anno ci conforta in una strategia di lungo periodo e che ha una novità non da poco – prosegue ancora l'assessore Molinaro – rappresentata dal fatto che circa il 23% delle disponibilità va a sostenere progetti delle scuole del primo ciclo, elementari e medie, ubicate in territorio montano, ovvero con la presenza di strutture a tempo pieno".
Novità anche sulle modalità di porsi delle singole scuole nei confronti della Regione, con 19 reti tra scuole con ben 120 scuole coinvolte, soprattutto nell'ambito dell'insegnamento delle lingue comunitarie. "L'azione regionale per la scuola non è esaustiva – precisa ulteriormente l'assessore Molinaro – dal momento che sono ancora in istruttoria i progetti per l'insegnamento della lingua friulana, con una disponibilità complessiva di 500.000 euro, mentre è ancora aperto il bando per i progetti speciali, con altrettante risorse. Il Consiglio regionale, poi, nell'ambito dell'assestamento di bilancio approvato a luglio ha deciso di incrementare di 600.000 euro lo stanziamento che consentirà di migliorare l'assegnazione del riparto appena effettuato". Nei prossimi giorni infine saranno avviate le procedure, che pure coinvolgono le singole scuole e la loro progettualità, con il bando destinato all'utilizzo del personale precario, docente e non docente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here