Definite le future azioni da intraprendere a favore della tratta ferroviaria Sulmona – Carpinone

542

Si è svolto, presso la sede dell’Assessorato regionale ai Trasporti, un incontro per definire le future azioni da intraprendere a favore della tratta ferroviaria Sulmona – Carpinone.
Sono intervenuti: l’Assessore Regionale al ramo della Regione Molise, Luigi Velardi; l’Assessore Regionale ai trasporti della Regione Abruzzo, Giandonato Morra; il Presidente ed il Direttore Amministrativo di Ferrovia Adriatica Sangritana, Pasquale di Nardo e Paolo Marino.
Hanno partecipato ai lavori il senatore molisano Ulisse di Giacomo ed il senatore abruzzese Paolo Tancredi, a testimonianza di un lavoro sinergico con le rappresentanze parlamentari.
Presenti alla riunione anche Amministratori di diversi Comuni delle due regioni interessati dalla linea: nello specifico hanno partecipato i Sindaci di Castel di Sangro, Campo di Giove, Pietrabbondante, San Pietro Avellana, Vastogirardi e Carovilli. Sono intervenuti inoltre i dirigenti della Regione Molise del settore trasporti.
In apertura l’Assessore Luigi Velardi ha riferito che “Il Governo regionale ha manifestato profondo interesse a tenere in vita la Sulmona Carpinone, non come semplice tratto ferroviario, ma come un percorso di unica ed enorme bellezza da rilanciare a fini turistici, compatibilmente con le ristrettezze economiche in cui si versa in questo momento.
La volontà da parte nostra ad impegnarci in questa direzione è totale”.

L’Assessore regionale Giandonato Morra, ha affermato che “ In un momento di difficoltà economia così accentuato e diffuso la sinergia tra Istituzioni ed Enti rappresenta l’unica strada percorribile, per oltrepassare i problemi che attanagliano i trasporti locali, ed a tal proposito è importante ricordare come le regioni adriatiche del centro sud stanno risentendo dei tagli effettuati su alcune tratte e del mancato investimento sulle infrastrutture da parte di Ferrovie dello Stato.
Trattandosi di competenza abruzzese, in merito alla tratta Sulmona Carpinone, siamo pronti, insieme alla società Sangritana, ad attivarci al fine di conservare l’intera tratta, ovviamente cercando insieme strategie economiche che guardino all’aspetto turistico ed alla bellezza del territorio e che diano linfa vitale all’intero percorso”.
Il Presidente della Società Sangritana Di Nardo, ha affermato che “ Sin dal 2010, su sollecitazione del Senatore di Giacomo e dell’Assessore Velardi, si cominciò a cercare una nuova strada per salvare la tratta molisano-abruzzese.
È da allora che ci siamo attivati verso RFI al fine di utilizzare la linea, vista la bellezza e le peculiarità di cui gode. La Sangritana, infatti possiede al proprio interno 3 agenzie di viaggio ed una flotta di 50 pullman che svolgono con continuità servizi turistici, e che potrebbero utilizzare anche la tratta in questione per itinerari panoramici vista la vocazione di quel territorio.
A maggio ed a ottobre, a tal proposito, la nostra società ha già manifestato a Rete Ferroviaria Italiana la disponibilità e l’interesse a utilizzare appunto la linea per fini turistici, disponendo di mezzi nuovi già destinabili a quel percorso”.
Il Senatore di Giacomo, ha ribadito che “Come affermato dal rappresentante di Sangritana è da tempo che ci interessiamo dalla tratta Sulmona Carpinone, ed un’accelerazione è stata data dall’intenzione di RFI di disarmare l’intera tratta, che rappresenta per le comunità interessate un pezzo di storia molisana.
Quest’oggi abbiamo riscontrato una grande apertura da parte della Regione Abruzzo e della società interessata per giungere alla risoluzione definitiva della questione.
Queste positive intenzioni espresse testimoniano ancora una volta che l’interazione tra colleghi ed Istituzioni porta a risultati positivi se si agisce con determinazione e buona volontà.
Soddisfazione, infine, è stata espressa a margine dell’incontro dall’Assessore Luigi Velardi.
“Credo che il risultato di questo incontro sia estremamente positivo. Mi preme ringraziare il Senatore di Giacomo per il suo interessamento ed insieme al quale abbiamo promosso e realizzato questo tavolo, ed ovviamente al Presidente Iorio che ha espresso la propria fermezza sulla salvaguardia della Sulmona Carpinone.
È doveroso ringraziare, poi, il collega della Regione Abruzzo Giandonato Morra per la sua grande volontà di porre soluzione al problema, il Senatore Tancredi, il Presidente di Sangritana Di Nardo e tutti i Sindaci che sono intervenuti.
Il fatto che la riunione si sia svolta in Molise, anzitutto, testimonia la grande disponibilità che le Istituzioni abruzzesi hanno sulla vicenda ed il rapporto di amicizia tra i due Governi regionali.
Aver trovato un così sincero interessamento da parte della Regione Abruzzo e della società Sangritana ci fa ben sperare sull’esito finale della questione, visto che entrambi i soggetti, che rappresentano i responsabili e titolari della linea, hanno espresso la volontà di farsi carico della tratta e della conseguente tutela, salvaguardia ed attività della stessa.
La prossima riunione, ha concluso Velardi, che presumibilmente si terrà nei primi giorni di febbraio, si svolgerà in Abruzzo, presso la sede della Società Sangritana, così da passare direttamente ad una fase più operativa.
In quella circostanza, difatti, si esamineranno questioni di carattere tecnico ed economico che consentiranno di fare valutazioni anche di opportunità in merito a costi e benefici che tale strategia può avviare.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here