L’unione informatica dei porti del Nord Adriatico

521

Resta la regola numero uno per un’efficace azione di collaborazione e di competitività leale tra gli operatori del neonato Sistema dei porti del nord Adriatico: un network informatico con relativa banca dati che permette a tutti di mettere in campo le medesime regole e di automatizzare la produzione di documenti necessari per le merci in partenza.
Esiste un Regolamento CE, il n° 1875/2006 che riguarda le misure dell’Unione Europea volte a rafforzare la sicurezza delel merci in entrata e in uscita dal territorio comunitario. Sono le azioni che permettono migliori e più rapidi controlli doganali e sono rappresentate da un’analisi dei rischi e dallo scambio elettronico delle pertinenti informazioni tra autorità doganali. Per dare risposte efficienti a queste esigenze è stato messo a punto un software dalla Thetis SpA di Venezia, società partecipata dall’Autorità portuale, software che risponde alle esigenze delle vigenti normative della Comunità europea con la generazione informatizzata del cosiddetto MMP, ovvero il Manifesto Merci in Partenza. Mettersi in linea con le richieste della normativa significa per i porti del Sistema nord Adriatico migliorare l’efficienza portuale gestendo in elettronico tutta la documentazione delle merci, acquisire le bollette doganali (documento dello spedizioniere doganale merce per gestire le situazioni di imbarco parziale quando la bolletta riguarda più container), la loading list (stilata dall’agente marittimo per indicare la nave e la lista dei relativi containers che devono essere imbarcati – alla presenza di più agenzie marittime, saranno fornite più loading list), la loading report (inviata dal terminalista all’Agenzia marittima non appena terminate e consolidate le operazioni di imbarco: contiene la lista dei containers imbarcati sia pieni che vuoti) e l’MMA (documento inviato in dogana con i dati dello spedizioniere doganale nave per la gestione dei containers in transhipment), quindi creare l’MMP attraverso la riconciliazione di tutte le informazioni immesse nel sistema informatico e consentire, soprattutto, la collaborazione di tutti gli attori portuali coinvolti. Insomma, una garanzia in più di sicurezza nello scambio delle informazioni, proprio perché ogni operatore utilizza lo stesso linguaggio previsto dal software e automatizzato.
Il Sistema di generazione telematica dei Documenti Doganali per le Merci in export fornisce la prontezza doganale delle merci in contenitori che sono destinate all’esportazione e consente l’estrazione delle informazioni utili alla compilazione del Manifesto Merci in Partenza (MMP).
Va da se che i principali benefici dell’adozione congiunta del medesimo software sono relativi non solo alla soluzione perfettamente in linea con quanto richiesto dalle normative europee e adattabile anche alle eventuali successive modifiche ed evoluzioni, ma prevedono una gestione elettronica della documentazione delle merci in export, la visualizzazione real time dello stato doganale dei containers relativi alla loading list, la massima sicurezza delle transazioni e della tutela dei dati sensibili, il miglioramento dell’efficienza di tutta la catena logistica portuale (con una maggiore trasparenza dei processi, una maggiore tempestività di scambio delle informazioni e la riduzione dei costi operativi).
La gestione elettronica della documentazione delle merci, strutturata così come prevista dall’Unione europea ha una funzionalità fondamentale per gli operatori del porto. Permette infatti:
• l’acquisizione delle bollette, sia emesse dalla Dogana del porto, che a questo pervenute;
• l’acquisizione della notifica al sistema relativa all’avvenuto svincolo delle bollette emesse dalla dogana del porto;
• il caricamento a sistema delle bollette non automatizzate o di quelle emesse da Dogane diverse, ma che riguardano merci in partenza dal porto;
• l’elenco delle bollette doganali afferenti ai contenitori consolidati o meno in porto;
• la ricerca dati di competenza da parte di ogni Doganalista e/o soggetto che ha dichiarato le merci in Dogana;
• la visualizzazione della “prontezza doganale” da parte degli Agenti Marittimi e/o Terminalisti, interrogando il sistema;
• l’acquisizione della loading list, ovvero dell’elenco dei contenitori/merci previsti da imbarcare per ogni nave, aggregando i relativi e corrispondenti dati doganali richiesti;
• l’acquisizione delle merci arrivate, al fine di ricavare i riferimenti dalla documentazione relativa ai contenitori in transhipment da riportare sul Manifesto Merci in Partenza;
• l’estrazione dei dati del Manifesto Merci in Partenza;
• la creazione di report e dati statistici.
Di contro è possibile attraverso i dati raccolti dai vari operatori e necessari per stilare il Manifesto Merci in Partenza che in parte sarà richiesto dalle Dogane a partire dal 1° gennaio prossimo, ricavare tutta la reportistica del caso con una ricerca dati filtrata per tipologia di utente e con report disponibili in formato Acrobat Pdf o in Excel XLS. Per ogni operatore interessato dalla reportistica, le informazioni potranno evidenziare eventuali anomalie, divergenze o mancanze di dati.

The computer science union of the ports of northern Adriatic
It’s the rule number one for an effective action of collaboration and loyal competitiveness between operating of the new System of the ports of northern Adriatic: a network computer science with relative data bank that allows to put in field the same rules and to automate the necessary document production for the goods in departure. There is a CE low, nr.1875/2006 regard the measures of the European Union times to strengthen the security of goods in entrance and escape from the communitarian territory.
System of generation data transmission of Customs Documents for the goods in export supplies the customs quick of the goods in containers that are destined to the export and concurs the extraction of the useful information with the compilation of the Paper Departure Goods (PDG). Main benefits of the combined adoption of the same software are relative not only to the perfect solution online with demanded how much from the European lows, but they preview a management electronic of the documentation of the goods in export, the display in real time of the customs state of the containers relative to the loading list, the maximum security of the transactions, the protection of the delicate data, the improvement of the logistic chain. The management electronic of the documentation of the goods, structured thus as previewed from the European Union it has an important functionality for the port’s workers. It allows:
• the acquisition of the bills, emitted and reached by customs of the port.
• the acquisition at the notification to the system concerning the redeem happened of the bills emitted by customs of the port;
• the loading of the not automated bills or those emitting from various customs, but that they regard goods in departure from the port;
• the list of the afferent customs bills regarding containers allocated in port;
• the data search of competence from each custom person and/or subject that has declared the goods in customs;
• the display of the “customs quick” from Maritime agents and/or Terminals, interrogating the system;
• the acquisition of the loading list, that is the directory of the previewed containers/goods to embark for every ship, being combined relative and the given correspondents customs demands;
• the acquisition of the arrived goods, to the aim to gain the references from the relative documentation to the containers in transhipment bringing back on The Paper Departure Goods;
• the extraction of the data of The Paper Departure Goods;
• the creation of report and statistical data

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here