Ad Ancona incontro tra l’Assessore regionale alla Difesa del suolo e della costa e i sindaci delle Marche

656

Una folta platea di sindaci e amministratori delle Marche hanno partecipato all’incontro con l’assessore regionale alla Difesa del suolo e della costa, Sandro Donati, per discutere sullo schema di richiesta di parere al Consiglio delle autonomie locali in merito ai criteri per l’utilizzo delle risorse finanziarie per la difesa della costa per l’anno in corso. Infatti, per il 2011 il bilancio regionale ha stanziato circa 2,3 milioni di euro per sostenere le spese inerenti i lavori di somma urgenza per la difesa della costa e ripascimento degli arenili al fine di migliorare la sicurezza dei nostri litorali. Tali fondi posso essere utilizzati sia per l’attuazione degli interventi di piano che per le emergenze derivanti da eventi meteomarini estremi. Naturalmente, in considerazione che il litorale marchigiano e` stato colpito in questi mesi da eventi meteomarini particolari, che ha fatto registrare danni ingenti sia in termini di erosione costiera sia in termini di danneggiamento alle strutture balneari, occorre stabilire dei criteri di ripartizione delle risorse finanziarie agli Enti locali, in quanto l’ammontare delle richieste da parte dei Comuni è superiore alla disponibilità messa in bilancio.

“Ai 5milioni per la difesa della costa – ha detto Donati – abbiamo aggiunto 3,2 milioni per il Comune di Fano e 3,2 milioni per il Comune di Porto Recanati e siamo riusciti a mantenere gli stessi stanziamenti dello scorso anno, nonostante le esigue entrate da parte del Governo nazionale. Ciò dimostra la nostra attenzione e la consapevolezza che le coste marchigiane rappresentano una priorità da valorizzare sia per il turismo che per la ripresa economica”.
“L’obiettivo – ha concluso l’assessore – è quello di lavorare per un Piano triennale in modo da poter stare tranquilli per il prossimo decennio anche se molti Comuni non hanno ancora speso i fondi stanziati negli anni precedenti”.

I sindaci presenti all’incontro hanno mostrato preoccupazione soprattutto nel fare i conti a seguito della drastica riduzione dei finanziamenti operata dall’ultima manovra finanziaria che prevede infatti un forte taglio dei trasferimenti erariali a beneficio degli enti locali, ma nel contempo hanno condiviso lo sforzo effettuato dalla Regione Marche per arginare il fenomeno dell’erosione costiera cercando di mettere in sicurezza il territorio regionale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here