Cosmob:certificazioni ambientali per battere la concorrenza

678

\”La crisi che ha investito l\’intero settore del mobile – esordisce Claudio Ferri, presidente di Cosmob, centro tecnologico per il settore legno e arredo – non è riconducibile alla crisi finanziaria, ma sta a monte di un sistema di mercato globale che l\’Italia ha difficoltà a comprendere e affrontare in maniera strategica. La produzione made in Italy, infatti, non può giocare la partita della concorrenza basandosi sul prezzo, perché si trova di fronte avversari, come l'Est Europa e la Cina, assolutamente imbattibili dal punto vista dei costi. Anche i plus storici della produzione italiana, il design e l'innovazione, non reggono più, perché nel corso degli anni sono stati recepiti e assimilati dalla concorrenza. L'unico modo che le aziende hanno per uscire dalla impasse è puntare sulla qualità dei materiali".
Ci può spiegare meglio?
"Oggi le aziende si trovano di fronte consumatori che si preoccupano della salubrità dell'ambiente in cui vivono.
Vogliono oggetti realizzati con legni certificati, assemblati con colle non inquinanti e lavorati con vernici non tossiche: tutte caratteristiche che sono disposti a pagare di più. Il Cosmob aiuta le imprese del settore legno – arredo a intraprendere la strada dell'ecosostenibilità, attraverso la definizione di progetti di ricerca e certificazioni di qualità come l'Ecolabel, il marchio europeo che premia i prodotti con un basso impatto ambientale sull'intero ciclo di vita e la certificazione LEED relativa all'edilizia sostenibile.
Purtroppo troppe aziende italiane non hanno capito che il rispetto dell'ambiente nella produzione industriale non è una velleità modaiola in tempo di crisi, ma una vincente leva di marketing".
Quest'anno il Salone del Mobile festeggia cinquantanni. Che cosa ci dobbiamo aspettare?
"Un ritorno ai materiali naturali ed ecologici come legno, gres, tessuto, cuoio e pietra. Sopratutto nei mobili componibili, dove il margine del design e della forma è piuttosto ridotto, la qualità dei materiali di costruzione e l'accuratezza nella finiture faranno la differenza".

Cosmob: environmental certifications in order to beat competition
"The crisis that has hit the whole furniture field – affirms Claudio Ferri president of Cosmob, technological centre for the wood-furniture sector – is not referable to the financial crisis, but it depends on a market system that now Italy is not able to face. The only way in order to exit from the impasse is to bet on the quality of the materials used".
Can you explain us?
"Today the consumers are worried about the environment health in which they live and they are ready to pay more for certified products. Cosmob supports the enterprises of the wood-furniture sector to undertake sustainability track, by the creation of research plans, Ecolabel certification of environmental quality and LEED certification. Unfortunately only few companies have understood that sustainability is a win¬ning marketing chance". This year the Salone del Mobile of Milan celebrates fifty years.
What can we expect?
"A return to the natural and ecological materials like wood, gres, woven, leather and stones"
.

www.cosmob.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here