Salone del Mobile “Cinquant’anni…giovane”

666

Avere cinquant\’anni e non sentirli è davvero un bel traguardo. Festeggiare per sei giorni consecutivi, coinvolgere 300 mila \”invitati\” e animare piazze e teatri della città di Milano è un\’impresa quasi titanica. Ma quale modo migliore per festeggiare i cinquant'anni del Salone del Mobile di Milano? Dal 12 al 17 aprile il polo fieristico di Rho ospiterà uno degli appuntamenti internazionali più importanti del mondo del design e dell'arredo al quale parteciperanno tutti: stampa, aziende, buyers nazionali e internazionali, insieme a talenti in erba e alle stelle del design. Lo slogan ironico "50 years young" che campeggia a caratteri cubitali sulle pagine pubblicitarie, funge da presagio dell'evento che sarà: una manifestazione che coniuga tradizione e innovazione, ricerca e qualità e che, nonostante la concorrenza internazionale, mantiene un appeal irresistibile. La manifestazione, infatti, è all'insegna del tutto esaurito.
Già due mesi fa Carlo Guglielmini, presidente del Cosmit, la società che organizza le rassegne milanesi, aveva dichiarato che "nei padiglioni non è rimasto nemmeno un metro quadrato libero". Sono infatti 2.720 gli espositori attesi su una superficie netta espositiva di 210.500 metri quadrati. Sicuramente la vastissima gamma di prodotti in mostra gioca la sua parte, soprattutto quest'anno che, per festeggiare i cinquant'anni i saloni ci sono tutti: il Salone internazionale del Complemento d'arredo, Euroluce, il Salone Ufficio e il Salone Satellite. Ecco perché, in occasione di questa cinquantesima edizione si deve parlare al plurale, si deve parlare dei Saloni del Mobile in cui visitatori potranno vedere, toccare e provare il meglio che l'arredo domestico può offrire. Dai letti agli armadi, dalle sedute agli apparecchi per l'illuminazione sia degli interni che degli esterni, dal pezzo unico al coordinato, passando per tutti gli stili e i materiali, la panoramica è davvero vasta. I Saloni non sono solo un mega showroom in cui si incontrano domanda e offerta, ma sono soprattutto un momento di confronto tra coloro che operano nel settore dell'arredo perché, come ricorda Guglielmi, in occasione della pre-sentazione dell'edizione 2011 al Piccolo teatro di Milano, "non siamo ancora usciti dalla crisi, ma ci auguriamo che i Saloni rappresentino un punto di svolta. In un momento di difficoltà come questo, il mondo imprenditoriale del nostro sistema sta mettendo anima, passione e soldi per fare business, ma anche per dare al mondo un'immagine dell'Italia vera". Parole incisive che non riescono però a descrivere tutto quello che i Saloni rappresentano. Questo evento, infatti, riserva molto di più: i Saloni prevedono un progetto di cultura che coinvolge l'intero capoluogo lombardo, trasformando la città in un vero e proprio museo a cielo aperto. Il visitatore, frastornato dalle luci e dal movimento dei Saloni, potrà riposare la mente e le membra al Triennale Design Museum che, dal 5 aprile, presenta "La Fabbrica dei sogni", la mostra curata da Alberto Alessi e dedicata ai grandi uomini e a tutte quelle aziende che hanno reso grande il design italiano nel mondo. Oppure potrà passeggiare per piazza San Fedele e perdersi in "Cuore di Bosco", un'instal¬lazione multimediale di suoni e luci a cura di Attilio Stocchi. Da questo circuito di eventi artistici non poteva mancare Piazza Duomo, cuore pulsante della città che, per tutta la durata dei Saloni, ospiterà "Principia", una mostra sul futuro, costituita da otto ambienti dove le più innovative scoperte scientifiche vengono reinterpretate per creare opere d'arte. Una design week milanese tutta da scoprire e soprattutto da non perdere. Ecco perché da quest'anno i Saloni sono anche virtuali. Chiunque, in possesso di un iPhone o di uno smartphone, si collegherà al sito del Cosmit, potrà comodamente visitare i venti padiglioni dell'edizione 2011 grazie alla piattaforma mobc3, realizzata da Neos. E allora… buon divertimento!

Salone del Mobile, 50 years young
Fifty years old and not feel so old it's an important aim.
To celebrate for six consecutive days, to involve 300 thousand "correspondents" and to liven up public squares and theatres of Milan is nearly a titanic enterprise. But which better way to celebrate the 50 years of Milan's Salone del Mobile? From 12th to17th April to the exhibition centre of Rho will accommodate one of the most important international event of the world about design and furniture, will participate many people: press, companies, national and international buyers, with the stars of the design. The ironic slogan "50 years young" it's an omen of the event: a manifestation that links tradition and innovation, research and quality but in spite of the international competition, keeps an irresistible appeal.
The exhibitors are 2,720 in an area that measures 210,500 square metres. Surely the large range of products play an important role, above all this year, in fact, in order to celebrate the 50 years there are: International furnishing Accessories exhibition, Euroluce, Salone Ufficio and Salone Satellite. The Saloni are not only a mega show room in which there are request andoffer, but above all are a comparison moment between people that work in the furnishings field because, as Carlo Guglielmi declares on the occasion of the introduction of 2011 edition in the "Piccolo Teatro" in Milan: "We are in the crisis still, but we wish ourselves that the Saloni can mark a turning point. In this difficult moment, the entrepreneu¬rial world is giving courage, passion and money in order to make business, but also in order to give to the world an authentic image of our Country".

www.cosmit.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here